Sport

Michael Schumacher sta meglio. Una fonte inglese: “cosciente e non è più costretto a letto”

Pubblicato il Pubblicato da Biagio Romano
  • Michael Schumacher starebbe meglio e sarebbe ora in grado di vivere staccato dai macchinari che lo hanno tenuto in vita. Nessuna conferma ufficiale

    Michael Schumacher
    Michael Schumacher sta meglio: la rivelazione del Daily Mail

    Michael Schumacher sta meglio: la rivelazione del Daily Mail

    A distanza di cinque anni esatti dal terribile incidente del 2013, Michael Schumacher avrebbe ora cominciato una fase di significativo miglioramento. A rivelarlo non è una fonte qualunque, ma il prestigioso tabloid inglese <b, secondo cui l’ex campione di Formula 1 sarebbe ora cosciente e staccato da macchinari che hanno permesso la sua sopravvivenza nell’ultimo, durissimo lustro.

    Schumacher sarebbe in grado di alzarsi

    Sempre secondo il giornale britannico, il sette volte campione iridato sarebbe in grado di guadagnare la postura in piedi, capace ora di vivere anche lontano dal proprio letto e cosciente. Una condizione che neppure i più ottimisti avevano mai osato dichiarare a voce alta. Subito dopo la terribile caduta del 2013, infatti, le condizioni dell’icona ferrarista erano state definite disperate.

    Prosegue la sua degenza in Svizzera

    Nel frattempo, prosegue il ricovero di Schumacher nella sua villa di Gland, a Ginevra, a pochi passi dal lago che bagna la città svizzera. Secondo quanto riportato da Ansa, il fuoriclasse teutonico sarebbe sottoposto a trattamenti infermieristici e terapeutici per un costo di 55 mila euro alla settimana, affrontando sedute intensive per cercare di migliorare le proprie condizioni di salute.

  • L’incontro con Jean Todt

    Le rivelazioni del rotocalco d’Oltremanica giunge a distanza di pochi giorni dalle dichiarazioni di Jean Todt, il dirigente a capo della Ferrari durante gli anni d’oro del Cavallino Rampante, di cui Micheal è stato il fiore all’occhiello. Il manager francese aveva infatti dichiarato di essere stato nella villa dell’amico e di aver persino seguito insieme il Gran Premio del Brasile insieme, penultima prova della stagione corsa l’11 novembre scorso.

    Un neurologo: “Può tornare a una vita normale”

    Un ulteriore motivo di speranza è fornito, infine, da un neurologo. Secondo quanto riportato dalla versione online de Il Giornale, infatti, un esperto della branca ha dichiarato che esistono delle possibilità che Michael Schumacher possa persino tornare a vivere una vita normale, presentando lo scenario di una guarigione piena e totale, esattamente come ognuno di noi, tifoso e non, ci auguriamo da 5 anni, dal giorno di quel maledetto incidente sulle piste francesi di Méribel, il 29 dicembre 2013.

Biagio Romano

Da ormai 10 anni scrivo sul web: quella che era solo una passione si è trasformato nel mio lavoro. Mi affascinano le varie dinamiche del mondo dell’informazione. Provo a seguire con interesse numerosi temi, anche se la tv è il mio pane quotidiano (tra reality e talent show, programmi vari e gossip). Esperto di tecnologia, mi appassionano particolarmente anche scienza e natura.

Condividi: