Scienza e Tecnologia

Google Maps, ecco cinque funzioni che in pochi conoscono

Pubblicato il Pubblicato da Nunzio Corrasco

Quando ci muoviamo in una città che non conosciamo "Google Maps" può rivelarsi un valido alleato. Ecco cinque funzioni della nota app che in pochi conoscono

Google Maps, ecco cinque funzioni che in pochi conoscono. Fonte foto: tecnoandroid.it
  • Google Maps, esistono alcune funzioni nascoste

    Al giorno d’oggi quando ci muoviamo in una città che conosciamo poco, fare ricorso a Google Maps rappresenta una vera e propria ancora di salvezza. Molti utenti – secondo quanto riportato da “Tecnoandroid.it” – si limitano a creare un semplice itinerario da seguire, ma non sanno che in realtà la nota applicazione di Google offre loro molte funzioni “nascoste” che possono rivelarsi davvero molto utili.

    Google Maps, è possibile utilizzare le mappe offline

    Oltre alle solite funzioni che tutti conoscono, Google Maps ne offre anche moltissime altre “nascoste” che possono rivelarsi davvero molto utili nel corso di un viaggio. Tra queste, secondo quanto riportato da “Tecnoandroid.it“, c’è sicuramente quella legata alle “Mappe offline”. A volte, infatti, può capitare di percorrere strade dove il segnale 3G o 4G è debole o del tutto assente e, in tal caso, non è più possibile utilizzare Google Maps. Non bisogna però farsi prendere dal panico perché vi è la possibilità di scaricare offline alcune parti di mappe che si potranno utilizzare anche senza connessione. Per poter utilizzare questa funzione sarà sufficiente andare nel menù impostazioni e accedere alla sezione chiamata “Aree Offline”.

  • Google Maps, funzioni “nascoste”: dagli orari dei treni alle tappe intermedie

    Tra le funzioni di Google Maps che in pochi conoscono vi è quella relativa agli orari dei treni, una funzione che può rivelarsi molto utile per i pendolari. Grazie a quest’ultima, infatti, la nota applicazione di Google ci darà la possibilità di controllare gli orari dei treni che ci interessano, in modo da evitare di far tardi e perderlo. Inoltre, è possibile consultare anche gli orari degli altri mezzi pubblici. Un’altra funzione molto utile – secondo quanto riportato da “Tecnoandroid.it” – è quella relativa alle tappe intermedie: spesso, infatti, quando ci si trova in viaggio, prima di arrivare alla meta, occorre fare delle soste intermedie. Per far sì che “Google Maps” ci indichi il percorso che ci porta a compiere queste tappe intermedie basterà cliccare sul menù che si trova in alto a destra e, prima di avviare l’itinerario, sarà sufficiente cliccare sulla voce “Aggiungi tappe”, inserendo le mete nelle quali abbiamo intenzione di fermarci.

    Google Maps ti ricorda dove hai parcheggiato la macchina, oltre alla cronologia dei luoghi

    Ci sono poi altre due funzioni “nascoste” di Google Maps che vogliamo citare in questo articolo. La prima, secondo quanto è possibile leggere su “Tecnoandroid.it“, è quella che ci aiuta a ritrovare la macchina. A volte, infatti, può capitare che dopo aver parcheggiato la nostra automobile, non ricordiamo più dove l’abbiamo lasciata: grazie a questa funzione, però, Google Maps ci viene in soccorso, mostrandoci sulla mappa il punto preciso dove abbiamo parcheggiato la macchina. E non è tutto: la nota app di Google, inoltre, ci fornisce anche il tragitto più veloce per raggiungerla. Infine, l’ultima funzione “nascosta” che vogliamo prendere in esame è quella relativa alla “Cronologia dei luoghi: a volte, infatti – soprattutto quando si visita una città nuova nelle vesti di turista – può capitare di non ricordare né il nome né la posizione di un luogo che abbiamo avuto la fortuna di visitare e nel quale vogliamo tornare. Anche in questo caso, Google Maps ci viene in soccorso e tramite la sezione “Cronologia” possiamo trovare tutti i luoghi nei quali siamo stati in precedenza. Come si fa ad accedere a questa sezione? Semplice, basta andare su “Menù” e poi cliccare la voce “Cronologia”.

Nunzio Corrasco

Campano di nascita, ma romano d'adozione, sono laureato in Scienze Politiche. Fin dai primi anni di liceo ho coltivato la passione per la scrittura e con il passare del tempo sono riuscito a trasformarla nel mio lavoro. Giornalista pubblicista dal 2017, ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative al mondo dell'attualità. Esperto nei settori salute e scientifico-tecnologico. Sono convinto che l'unica strada per raggiungere i propri obiettivi sia quella di lavorare sodo ogni giorno per centrarli, non smettendo mai di crederci: "La fatica non è mai sprecata. Soffri ma sogni".

Condividi: