Scienza e Tecnologia

Enorme cavità di ghiaccio scoperta sotto l’Antartide: è l’effetto dei cambiamenti climatici

Pubblicato il Pubblicato da Biagio Romano

Antartide, scoperta un'enorme cavità nascosta
  • Antartide, cavità di ghiaccio enorme scoperta sotto il ghiacciao del Thwaites

    C’è anche l’impronta pesante della ricerca italiana nella nuova scoperta effettuata da un’equipe di scienziati in Antartide, dove è stata rinvenuta una enorme cavità generata dai cambiamenti del clima. La cavità è sita sotto l’immenso Thwaites, uno dei ghiacciai più grandi dell’Antartide.

    L’enorme grotta scoperta è profonda circa 300 metri e si estende per circa 40 chilometri quadrati. In pratica ha una estensione paragonabile ad una città italiana di medie estensioni come Bergamo o Gorizia. Nella cavità sono presenti qualcosa come 14 miliardi di tonnellate di ghiaccio di cui una gran parte si è liquefatto negli ultimi tre anni. Il timore degli scienziati è quello che possa sciogliersi del tutto influendo notevolmente sui livelli del mare che si alzerebbero in modo minaccioso per le terre emerse.

    A coordinare la ricerca è stato il giovane ricercatore di Casamassima (Ba), Pietro Milillo, che ha guidato un team composto da scienziati del Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA e dell’Università della California di Irvine. Alle ricerca hanno anche preso parte il Centro aerospaziale tedesco di Monaco di Baviera (Germania) e dell’Università Grenoble Alpes di Grenoble, Francia.

    Il rischio innalzamento per i livelli del mare

    Il ghiacciaio Thwaites, sotto il quale è stata scoperta l’enorme cavità, è uno dei principali dell’Antartide occidentale. La quantità di ghiaccio che si potrebbe sciogliere, potrebbe innalzare di ben 65 centimetri i livelli del mare, sommergendo totalmente le isole dell’Oceano Pacifico e metropoli costiere di tutto il mondo. Ma non solo. Un eventuale scioglimento del ghiacciaio, avrebbe un effetto domino tale da coinvolgere altri ghiacciai imponenti. In tal caso, il livello del mare si alzerebbe fino a 2,4 metri, con esiti catastrofici.

  • L’intrusione di acqua calda tra le cause dello scioglimento

    Per questo motivo sarà fondamentale, nei prossimi anni, monitorare costantemente la situazione dei ghiacciai per evitare che la situazione possa precipitare rapidamente. L’intrusione dell’acqua di mare calda, ha spiegato Milillo in una intervista alla rivista Science Adavances, sta già facendo arretrare di ben 800 metri l’anno, alcuni settori del ghiacciaio Thwaites. Un dato che rivela in modo evidente, come i cambiamenti climatici possano rappresentare sempre di più, nei prossimi anni, una minaccia grave per il futuro del pianeta.

Biagio Romano

Da ormai 10 anni scrivo sul web: quella che era solo una passione si è trasformato nel mio lavoro. Mi affascinano le varie dinamiche del mondo dell’informazione. Provo a seguire con interesse numerosi temi, anche se la tv è il mio pane quotidiano (tra reality e talent show, programmi vari e gossip). Esperto di tecnologia, mi appassionano particolarmente anche scienza e natura.

Condividi:

Altri articoli che ti potrebbero interessare...