Scienza e Tecnologia

Diabete, arriva la pillola Soma che sostituisce l’iniezione

Pubblicato il Pubblicato da Marco Antonio Tringali

L'iniezione di insulina sta per essere rimpiazzata dalla pillola Soma: ecco di che stratta e come funziona

diabeteDiabete, ecco le nuove pillole con microaghi: come funziona la cura Soma - Foto Il Messaggero
  • Diabete, la pillola Soma al posto dell’iniezione

    Buone notizie in arrivo per tutti coloro che hanno il diabete: è infatti in via di definizione una pillola speciale che andrà a sostituire le classiche iniezioni mantenendo la stessa efficacia. Si tratta della pasticca Soma, già molto richiesta dai diabetici e pronta per essere utilizzata. Ma vediamo nel dettaglio cos’è.

    Un ago nella pillola

    La pillola Soma (Self-orienting millimeter scale applicator) ideata dagli scienziati Carlo Giovanni Traverso, Robert Langer e Alex Abramson con la collaborazione del Brigham and Women’s Hospital e del Massachusetts Institute of Technology, è all’apparenza una semplice pasticca simile alle più comuni Moment, Tachipirina e altri medicinali di uso quotidiano. La sua particolarità però è il minuscolo ago che si trova all’interno, racchiuso dalla capsula, e che sprigiona 0,03 mg di insulina. E come agisce l’insulina? Viene liberata dalla capsula una volta giunta nello stomaco. A riportare questa grande scoperta è la rivista “Science”, una grande novità positiva in particolare per chi non ama le iniezioni o, più semplicemente, per avere la cura diabetica in versione più pratica.

    (Fonti SkyTg24 e Affari Italiani)

  • I test sugli animali

    La pillola anti diabete Soma è stata testata su alcuni animali è i risultati, appunto, sono stati molto confortanti: stando a quanto spiegato dai ricercatori “la capsula è stata in grado di rilasciare abbastanza insulina da abbassare lo zucchero nel sangue fino a livelli paragonabili a quelli ottenuti con le tradizionali iniezioni cutanee“. E per l’uomo? Il test sugli esseri umani saranno effettuati al massimo tra tre anni, in modo da perfezionare la pillola Soma ed evitare effetti collaterali.

    Diabete di tipo 2, il più diffuso

    È sicuramente la forma più comune e rappresenta circa il 90% dei casi di questa malattia. La causa è ancora ignota, anche se è certo che il pancreas è in grado di produrre insulina, ma le cellule dell’organismo non riescono poi a utilizzarla. Il diabete di tipo 2, si legge su Diabete.net, è di gran lunga la forma di diabete più frequente: interessa, infatti, il 90% dei casi. Esistono, inoltre, fattori di rischio che rendono alcune persone più predisposte di altre a sviluppare il diabete di tipo 2: tra i principali fattori troviamo obesità, inattività fisica, ipertensione, colesterolo HDL, trigliceridi.

    (Fonti Affari Italiani e Epicentro.Iss.it)

Marco Antonio Tringali

Scrivere e raccontare i fatti, i dilemmi e i cambiamenti della società sono il mio pane quotidiano. Sono esperto di economia ma seguo molto anche i vari temi di attualità e non di meno lo sport. Ho esperienza anche in materia di Salute, appassionato di letture che trattano tematiche come scienza dell'alimentazione e informazione scientifica. Come hobby suono la chitarra e ascolto tanta musica. Il rock è la mia religione, lo ritengo uno dei linguaggi universali dell'umanità.

Condividi: