Scienza e Tecnologia

Astinenza da Facebook, svelati i benefici: sono dimostrati da uno studio americano

Pubblicato il Pubblicato da Biagio Romano

Una ricerca ha dimostrato che l'astinenza da Facebook può migliorare la qualità della vita sociale

Facebook, i risultati shock di uno studio (Foto: scuolatwain.it)
  • Cancellarsi da Facebook potrebbe rivoluzionare la nostra vita: i risultati shock di una ricerca

    Ormai Facebook è sempre più padrone delle nostre vite. Ogni giorno, affidiamo a questa piattaforma social le nostre emozioni, raccontiamo i fatti privati, sfoghiamo le nostre angosce, postiamo le foto dei momenti più importanti della nostra giornata e cerchiamo di esorcizzare le nostre paure. E’ ormai quasi impossibile rinunciare al proprio profilo social, non solo per rendere pubblici i fatti nostri ma anche per sbirciare in quelli degli altri. Magari a qualcuno sarà venuto in mente di cancellarsi una volta per tutte, ma è sempre difficile trovare il coraggio. Va detto però che coloro che questa forza l’hanno trovata o per cancellarsi definitivamente oppure per prendersi una pausa, hanno notato un miglioramento della qualità della propria esistenza.

    I risultati di uno studio americano

    Chi ha abbandonato i social ha notato una minore ansia e più tempo da dedicare a persone importanti o ad hobby, rivoluzionando la propria sfera sociale. Di questo ne è convinto anche uno studio della Stanford e della New York University secondo il quale, coloro che hanno deciso di chiudere il proprio profilo Facebook, avrebbero ottenuto un significativo miglioramento della qualità della propria vita. La ricerca in questione, è stata condotta su 2.844 utenti che per un mese hanno abbandonato il social network creato da Mark Zuckerberg. E’ stato misurato il grado di benessere degli utenti dopo un mese di astinenza da Facebook. A loro è stato chiesto quanti soldi sarebbero disposti ad accettare per abbandonare Facebook per almeno 4 settimane. La metà dei partecipanti lo farebbe per meno di 100 dollari.

  • I risultati dopo un mese di astinenza

    Dopo il periodo di astinenza è stata condotta una indagine sulla vita degli stessi utenti. E’ stato evidenziato che in media, la grande quantità dei partecipanti all’esperimento ha aumentato la quantità di tempo trascorso a svolgere attività nella vita reale. Una buona fetta degli stessi partecipanti ha dichiarato di non avere avvertito l’esigenza di aprire un profilo con altri social come Twitter o Instagram.

    Gli utenti selezionati hanno scelto la tv o i giornali per tenersi informati. Non vi è dubbio che coloro che non abbondano in relazioni sociali possano trarre un vantaggio indiscutibile dalla presenza su Facebook, ma è anche vero che la presenza costante sui social costituisce un invito a rimanere davanti al video piuttosto che optare per altri sistemi di integrazione sociale.

Biagio Romano

Da ormai 10 anni scrivo sul web: quella che era solo una passione si è trasformato nel mio lavoro. Mi affascinano le varie dinamiche del mondo dell’informazione. Provo a seguire con interesse numerosi temi, anche se la tv è il mio pane quotidiano (tra reality e talent show, programmi vari e gossip). Esperto di tecnologia, mi appassionano particolarmente anche scienza e natura.

Condividi: