Salute

Vaccini antinfluenzali, scorte esaurite in molte zona d’Italia: le ragioni del boom

Pubblicato il Pubblicato da Marco Antonio Tringali
  • In molte regioni d’Italia le scorte di vaccini antinfluenzali scarseggiano, mentre il picco è atteso a gennaio

    Vaccini antinfluenzali 2018: carenza di scorte

    E’ boom di richieste di vaccini antinfluenzali dopo l’epidemia dello scorso anno

    I vaccini antinfluenzali cominciano a scarseggiare in tantissime parti della penisola italiana, come si legge su un articolo del quotidiano ‘La Stampa’. In tantissime farmacie sparse in Italia le scorte sono ormai in fase di esaurimento. Per conoscere bene i dati ufficiali si dovrà aspettare la fine di marzo ma comunque appare ormai palese che le scorte dei vaccini antinfluenzali si siano esaurite in fretta a causa del boom della domanda.

    E’ vero che sono state tante le richieste fra coloro che possono beneficiare della prestazione in modo gratuito ma è altrettanto vero che è aumentato il numero di coloro che, pur in salute, ne hanno fatto richiesta scegliendo il vaccino come arma per evitare di contrarre questa fastidiosa patologia stagionale.

    Ad inizio 2019 atteso il picco

    Al sito de ‘La Stampa’, Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale (Simg) ha ammesso che la penuria di dosi è dovuta al fatto che sono mancate in alcune aree del Paese a metà novembre, nel pieno della campagna vaccinale, che ormai possiamo definire conclusa’. Se questa diffusione insufficiente possa aver avuto un contraccolpo sulla salute degli italiani, sarà più chiaro all’inizio del 2019 quando, secondo le stime dei medici, si raggiungerà il picco dell’epidemia.

  • Ecco dove scarseggiano le scorte

    Trovare i vaccini antinfluenzali in Sardegna, in Campania o in Emilia Romagna è davvero molto difficile in questi giorni. Qualcosa ancora può essere trovata in Piemonte, Liguria, Trentino Alto Adige e Lombardia mentre al Centro e in buona parte del Sud la situazione sembra essere decisamente migliore.

    L’anno scorso boom di casi

    Il vaccino antinfluenzale è raccomandato dai medici soprattutto per alcune fasce della popolazione: bambini in tenera età e anziani. L’anno scorso furono otto milioni le persone che contrassero il virus. Questo è uno dei motivi per cui la domanda di vaccini antinfluenzali è cresciuta a dismisura, spiazzando anche le aziende produttrici.

Marco Antonio Tringali

Scrivere e raccontare i fatti, i dilemmi e i cambiamenti della società sono il mio pane quotidiano. Sono esperto di economia ma seguo molto anche i vari temi di attualità e non di meno lo sport. Ho esperienza anche in materia di Salute, appassionato di letture che trattano tematiche come scienza dell'alimentazione e informazione scientifica. Come hobby suono la chitarra e ascolto tanta musica. Il rock è la mia religione, lo ritengo uno dei linguaggi universali dell'umanità.

Condividi: