Salute

Uova e colesterolo, per un nuovo studio meglio mangiarne poche

Pubblicato il Pubblicato da Valerio Fioretti

Per un nuovo studio meglio mangiare poche uova

Nuovo studio mette dubbi sulle uova e l'aumento del colesterolo, foto: Pazienti.it
  • Nuovo studio mette dubbi sulle uova e l’aumento del colesterolo

    Per nuovo studio meglio mangiare poche uova. Come riporta l’Ansa, circa 300 milligrammi di colesterolo al giorno aumentano il rischio cardiovascolare del 17% ed il rischio di morte del 18%. La ricerca scientifica è stata pubblicata sulla rivista JAMA. Mangiare 3-4 uova a settimana aumenta il rischio cardiovascolare dell’8% e il rischio di morte per ogni causa del 6%. E’ una ricerca basatoche ha coinvolto quasi 30.000 adulti il cui stato di salute e la cui dieta sono stati monitorati per un tempo medio di 31 anni.

    Ricerca statunitense

    La ricerca è stata condotta da Norrina Allen della Northwestern University. Un uovo di medie dimensioni pesa 61 grammi, togliendone il guscio arriva a pesare circa 53 grammi. Considerando che ci sono 371 milligrammi di colesterolo in media in 100 grammi di uova, vuol dire che in media consumando due uova si assumono 371 mg di colesterolo. Un anno fa gli scienziati australiani in uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition avevano mostrato che anche mangiando 12 uova a settimana per un anno non aumentava il rischio cardiovascolare, ma questo nuovo studio smentisce questa teoria.

  • Il nuovo studio mette in dubbio i benefici delle uova

    Il nuovo studio aumenta i dubbi sul consumo delle uova. Allen ha dichiarato: ‘il nostro studio mostra che se due persone adottano la stessa identica dieta e l’unica differenza sta nel consumo di uova, allora puoi misurare direttamente l’effetto delle uova sul rischio cuore’. I ricercatori hanno visto che il colesterolo, indipendentemente dalla fonte alimentare  si associa ad aumento del  rischio cardiovascolare. Mangiare 3-4 uova a settimana aumenterebbe il rischio cardiovascolare del 6% e quello di morte dell’8%. Gli studiosi raccomandano di consumare le uova con moderazione ma senza escluderle dalla dieta.

    (Fonte: Ansa e Il Messaggero)

Valerio Fioretti

Sono un meteorologo e scrivo da qualche anno notizie sul web. Salute e attualità sono argomenti di cui sono esperto. Competente nel campo dello sport e del calcio, è molto difficile che possa perdermi una partita! Amo praticare sport, viaggiare, andare a correre ed ascoltare della buona musica..

Condividi: