Salute

Ipertensione, la luce blu ha lo stesso effetto dei farmaci

Pubblicato il Pubblicato da Biagio Romano
  • La luce blu combatte la pressione alta, lo dice uno studio tedesco e britannico. Heiss: ‘Un metodo innovativo per controllare con precisione la pressione sanguigna senza farmaci’

    Ipertensione, si può combattere con la luce blu
    Ipertensione, si può combattere con la luce blu, foto: Today

    Ipertensione, si può combattere con la luce blu

    Uno studio condotto da due team di scienziati  tedeschi e britannici ha dimostrato che l’esposizione alla luce blu combatte l’ipertensione e protegge il cuore, limitando i fattori di rischio cardiovascolare. La luce blu, infatti, secondo quanto dimostrato dalla ricerca, favorisce la produzione di ossido nitrico, un vasodilatatore endogeno, che riduce la pressione come agisce un farmaco. La ricerca è stata condotta dai ricercatori dellaDivisione di Cardiologia, pneumologia e medicina vascolare dell’Università di Duesseldorf, in Germania, che hanno collaborato con i colleghi della Facoltà di salute e scienze mediche dell’Università britannica del Surrey e con gli ingegneri della Philips. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica European Journal of Preventive Cardiology.

    Lo studio

    Gli studiosi sono stati coordinati dal professor Christian Heiss. La ricerca è stata condotta esponendo per circa 30 minuti 14 volontari maschi adulti e sani a luce blu monocromatica o a luce blu con un filtro, la stessa prese se ci si esponesse al sole durante una giornata. La luce blu, in base ai risultati ottenuti, sarebbe in grado di ridurre la pressione sistolica dei volontari, di circa 8 millimetri di mercurio e di migliorare alcuni fattori legati al rischio cardiovascolare come ad esempio l’elasticità, la rigidità e il rilassamento delle arterie. Inoltre i ricercatori hanno anche scopreto che la luce blu è in grado di far aumentare la concentrazione di ossido nitrico nel circolo sanguigno.

  • Riduzione di pressione paragonabile all’effetto di alcuni farmaci

    La riduzione della pressione emersa sarebbe paragonabile a quella ottenuta utilizzando alcuni farmaci. I ricercatori ipotizzano possibili applicazioni mediche a base di luce blu, che non è cancerogena. Per questo però, ci vorranno ulteriori approfondimenti.

    Le dichiarazioni del professor Heiss

    Il professor Heiss. ha dichiarato, come riportato da scienze.fanpage.it: ‘L’esposizione alla luce blu fornisce un metodo innovativo per controllare con precisione la pressione sanguigna senza farmaci. Sorgenti indossabili di luce blu potrebbero rendere questa terapia continua e pratica per il paziente. Ciò potrebbe essere di aiuto in particolar modo per coloro che non riescono a controllare bene la pressione con i farmaci, per esempio gli anziani

    Fonte: scienze.fanpage.it

Biagio Romano

Da ormai 10 anni scrivo sul web: quella che era solo una passione si è trasformato nel mio lavoro. Mi affascinano le varie dinamiche del mondo dell’informazione. Provo a seguire con interesse numerosi temi, anche se la tv è il mio pane quotidiano (tra reality e talent show, programmi vari e gossip). Esperto di tecnologia, mi appassionano particolarmente anche scienza e natura.

Condividi: