Salute

Influenza, più di 3 milioni di italiani colpiti: picco la prossima settimana

Pubblicato il Pubblicato da Biagio Romano
  • Influenza più aggressiva nel 2017: picco in anticipo e oltre 3 milioni di italiani già colpiti. Per i medici triplicate le visite a domicilio

    Influenza, più di 3 milioni di italiani colpiti: picco in arrivo la prossima settimana - Foto Corretta Informazione
    Influenza, più di 3 milioni di italiani colpiti: picco in arrivo la prossima settimana – Foto Corretta Informazione

    Influenza, più di 3 milioni di italiani colpiti: picco la prossima settimana

    Sono già tre milioni gli italiani colpiti dall’influenza dall’inizio della stagione ad oggi; le conseguenze sono il lavoro dei medici di famiglia triplicato e i Pronto Soccorso in emergenza per cercare di gestire l’aumento di accessi. Lo scorso anno la cifra di tre milioni di persone colpite fu raggiunto a marzo, quest’anno a gennaio, in netto anticipo. Sebbene generalmente la vaccinazione si effettui in autunno – prima della stagione influenzale, per massimizzarne il beneficio -, secondo gli esperti per i gruppi ad alto rischio è ancora utile vaccinarsi: stiamo parlando in particolare degli over 65, che possono trarre benefici dal vaccino anche nei mesi di gennaio o febbraio. Finora, nel complesso, i virus di tipo A, appartenenti al sottotipo H3N2, sono dominanti; se questi virus dovessero continuare ad essere dominanti, la fascia di popolazione degli over 65 potrebbe essere a più colpita, fa sapere l’European Centre for Diseas Prevention and Control. Dall’inizio della stagione, infatti, il 69% dei pazienti ricoverati in ospedale per influenza, nelle unità di terapia intensiva, è stato di età pari o superiore ai 65 anni.

  • L’influenza nel 2017 è stata più aggressiva rispetto agli anni passati e viaggia, fa sapere Antonino Bella, responsabile del bollettino di sorveglianza epidemiologica delle sindromi influenzali Influnet, coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità, verso il picco dei contagi che potrebbe arrivare già per la prossima settimana. Per quanto riguarda l’epidemia, nella prima settimana del 2017 è stato registrato un lieve calo dell’incidenza, determinato per lo più dalla chiusura delle scuole. L’incidenza rimane comunque alta: 9,11 casi ogni 1.000 assistiti. In circa due mesi e mezzo, fa sapere Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di Medicina Generale (Simg), 48mila medici si sono fatti carico di 5-6 milioni di persone affette da influenza o sindromi simil-influenzali e di relative complicanzi meno gravi. In alcuni casi i medici di base hanno effettuato anche 10 visite domiciliari al giorno: la media generale è di tre. Sono 63 i casi gravi registrati dall’inizio dell’epidemia, che hanno provocato finora 8 morti.

    A cura di Biagio Romano

Biagio Romano

Da ormai 10 anni scrivo sul web: quella che era solo una passione si è trasformato nel mio lavoro. Mi affascinano le varie dinamiche del mondo dell’informazione. Provo a seguire con interesse numerosi temi, anche se la tv è il mio pane quotidiano (tra reality e talent show, programmi vari e gossip). Esperto di tecnologia, mi appassionano particolarmente anche scienza e natura.

Condividi: