Salute

Influenza 2019, si va verso il picco: già 15 i decessi. Ecco come difendersi

Pubblicato il Pubblicato da Marco Antonio Tringali

L'Influenza 2019 toccherà il picco ai primi di febbraio, ecco cosa fare per evitare i contagi

Influenza 2019, i numeri dell'epidemia
  • Influenza 2019, i numeri impressionanti dell’epidemia che ha già colpito tre milioni di persone

    Le statistiche degli ultimi giorni indicano chiaramente il fatto che siamo giunti al picco di diffusione dell’Influenza 2019. L’apice della diffusione dell’epidemia è stato agevolato dalle basse temperature di questi giorni che hanno creato terreno fertile per amplificare i contagi. Anche coloro che l’hanno già presa sono a rischio recidive, quindi è importante tenersi ben coperti per difendersi dalle gelate.

    Nel nostro paese sono già stati segnalati ben 78 casi gravi mentre 15 sono stati i decessi. Sono migliaia le persone che hanno accusato complicanze particolari come polmoniti atipiche che ne hanno prolungato i tempi di guarigione e hanno richiesto terapie antibiotiche mirate a causa di sovrinfezioni batteriche. Questo non vuol dire che l’influenza 2019 va curata con gli antibiotici, ma va detto che nei casi di complicazioni gravi e solo dopo aver consultato il proprio medico di fiducia si può ricorrere a questa classe di farmaci.

    Oltre tre milioni i contagi

    L’ultimo bollettino settimanale InfluNet dell’Istituto Superiore di Sanità dell’ultima settimana ha evidenziato un altro aumento di casi con 571 mila persone a letto per un totale di 2.837.000 dal momento in cui è iniziato il monitoraggio. Da metà ottobre 2018 ad oggi i contagi sono stati complessivamente tre milioni, numeri davvero da capogiro che sono destinati ad aumentare.

  • Le precauzioni per evitare il contagio

    Anche nei primi giorni di di febbraio, l’influenza 2019 colpirà in modo massiccio, per questo motivo è necessario non abbassare la guardia, usando tutte le precauzioni per evitare contagi. E’ di fondamentale importanza evitare contatti ravvicinati con chi ha contratto da poco tempo l’influenza. Bisogna anche lavarsi le mani frequentemente, evitare locali chiusi e affollati e mangiare molta frutta e verdura le cui proprietà servono ad alzare le nostre barriere naturali.

Marco Antonio Tringali

Scrivere e raccontare i fatti, i dilemmi e i cambiamenti della società sono il mio pane quotidiano. Sono esperto di economia ma seguo molto anche i vari temi di attualità e non di meno lo sport. Ho esperienza anche in materia di Salute, appassionato di letture che trattano tematiche come scienza dell'alimentazione e informazione scientifica. Come hobby suono la chitarra e ascolto tanta musica. Il rock è la mia religione, lo ritengo uno dei linguaggi universali dell'umanità.

Condividi: