Salute

Infarto, diabete e cancro: i cibi che abbassano i rischi e allungano la vita

Pubblicato il Pubblicato da Biagio Romano
  • Infarto, diabete e cancro, l’alimentazione che riduce l’incidenza di tumore, diabete e patologie cardiache

    I cibi che aiutano a combattere cancro, diabete e infarto
    I cibi che aiutano a combattere cancro, diabete e infarto, foto: Paginemediche

    Gli alimenti che aiutano a combattere cancro, diabete e infarto

    L’alimentazione è un fattore determinante per tutelare il proprio organismo dal rischio di pressoché tutte le patologie. Quali cibi bisogna assumere per abbassare i rischi rappresentati dalle malattie non trasmissibili? Una ricerca scientifica pubblicata sulla rivista The Lancet e condotta da Andrew Reynolds dell’Università di Otago, in Nuova Zelanda, ha individuato quali alimenti sarebbero decisivi per combattere malattie come diabete, cancro e infarto. Sarebbero necessarie tra i 25 e i 29 grammi di fibre alimentari al giorno per diminuire fino al 33% la mortalità dovuta a queste malattie. Le fibre alimentari ed i cereali integrali se consumate in maniera ottimale rappresentano una sana abitudine, ma aiutano a ridurre il rischio di sviluppare diabete, cancro, infarto e ictus.

    Lo studio

    Lo studio è stato commissionato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e coordinato da Jim Mann. Sono stati analizzati 185 studi effettuati nell’arco di quasi 40 anni, per un totale di 135 milioni di persone. Gli studiosi hanno analizzato i decessi prematuri per infarto, ictus e altre malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2 o tumori legati all’obesità, come quelli al colon-retto, seno, esofago e prostata. I risultati di questa ricerca sono i seguenti: è emerso che assumere tra i 25 e i 29 grammi di fibre alimentari al giorno causa una riduzione della mortalità dovuta alle malattie non trasmissibili pari al 5-27%. Con 8 grammi in più si verifica un’ulteriore diminuzione della loro incidenza.

  • Nel mondo il consumo giornaliero di fibre è basso

    Nel mondo le persone mangiano in media meno di 20 grammi di fibra alimentare al giorno. Negli Stati Uniti l’assunzione di fibre tra gli adulti si aggira intorno ai 15 grammi al giorno. I ricercatori confermano il beneficio che proviene dalle fibre naturalmente presenti nel cibo come frutta, verdura, legumi ì, rispetto agli integratori.

    Le diete a basso contenuto glicemico non proteggono totalmente dal diabete di tipo 2

    I ricercatori hanno scoperto che le diete con un basso indice glicemico e un basso carico glicemico hanno fornito un supporto limitato per la protezione contro il diabete di tipo 2 e per l’ictus, poiché i cibi con queste caratteristiche, possono contenere anche zuccheri aggiunti, grassi saturi e sodio.

    (Fonte: SkyTg24)

Biagio Romano

Da ormai 10 anni scrivo sul web: quella che era solo una passione si è trasformato nel mio lavoro. Mi affascinano le varie dinamiche del mondo dell’informazione. Provo a seguire con interesse numerosi temi, anche se la tv è il mio pane quotidiano (tra reality e talent show, programmi vari e gossip). Esperto di tecnologia, mi appassionano particolarmente anche scienza e natura.

Condividi: