Salute

Frutta secca tutto l’anno: i benefici per perdere peso e colesterolo

Pubblicato il Pubblicato da Marco Antonio Tringali
  • I benefici che si possono trarre dal consumo quotidiano della frutta secca, un vero toccasana per il cuore e l’intestino

    Frutta secca: un toccasana per la salute

    Frutta secca: ecco le proprietà benefiche per i nostri organi vitali

    La frutta secca rappresenta un vero toccasana per vivere meglio e più sani. Si tratta di un ottimo integratore alimentare per abbassare la colesterolemia ma anche per tornare rapidamente in forma dopo le abbuffate natalizie. In genere ci cibiamo di frutta secca solo nel periodo natalizio quando le nostre tavole sono ricche di noci, noccioline, datteri, uva passa, prugne e fichi secchi e pistacchi. Pochi sanno che questi alimenti cosi buoni e nutrienti servono a tenere sotto controllo diverse patologie ma anche regolare la funzione del nostro intestino ovviamente a condizione che non si ecceda. Per questa ragione è una regola d’oro quella di consumare la frutta secca tutto l’anno e non solo in occasione delle festività. Si tratta di alimenti ricchi di vitamina, zuccheri buoni, proteine e grassi essenziali.

    L’importanza degli Omega3

    Il consumo corretto di questo alimento serve a contrastare la pressione alta, la stitichezza, il gonfiore addominale ma anche ad abbassare il livello di colesterolo. Tra i principi nutritivi della frutta secca ci sono anche gli Omega3, dei grassi “buoni”, noti per il fatto di non essere sintetizzati dall’organismo, ma che possono essere introdotto nella nostra alimentazione grazie al cibo. Gli Omega3 sono indispensabile per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Ma non solo.

  • Quando consumare la frutta secca

    Chi vuole seguire una dieta corretta e bilanciata per tornare rapidamente in forma, dovrà inserire la frutta secca nella propria alimentazione. Un consumo moderato (tenuto anche conto che contiene poche calorie) è un vero toccasana per il nostro benessere fisico e mentale. Basta pensare che un etto di noci contiene circa 660 kcal, mentre la stessa quantità di mandorle ne contiene 542. I datteri sono ipocalorici con le 253 calorie per 100 grammi mentre l’uvetta ne contiene 300.

    Ma quando dobbiamo consumare questo prodotto ? In realtà non c’è un orario ben preciso. La frutta secca può essere un valido spuntino per metà mattinata oppure può essere un rimedio per ridurre la fame nervosa che può sorgere nell’arco della giornata. Va detto che noci e noccioline sono un ottimo condimento per piatti prelibati, molto utilizzati dagli chef per preparare cibi gourmet. Il motto dunque è ‘ frutta secca tutto l’anno’ per rimanere in forma senza rinunciare al gusto.

Marco Antonio Tringali

Scrivere e raccontare i fatti, i dilemmi e i cambiamenti della società sono il mio pane quotidiano. Sono esperto di economia ma seguo molto anche i vari temi di attualità e non di meno lo sport. Ho esperienza anche in materia di Salute, appassionato di letture che trattano tematiche come scienza dell'alimentazione e informazione scientifica. Come hobby suono la chitarra e ascolto tanta musica. Il rock è la mia religione, lo ritengo uno dei linguaggi universali dell'umanità.

Condividi: