Salute

La dieta del “giorno magro”: ecco come ritrovare equilibrio tra mente e corpo

Pubblicato il Pubblicato da Marco Antonio Tringali

La dieta del giorno magro per perdere peso in poco tempo

Dieta del digiuno (Foto. Leonardo.it)

Dieta del giorno magro, tutti i consigli

Molti pensano che il digiuno di un giorno possa rappresentare un grosso sacrificio, ma non per tutti è così. Chi lo ha sperimentato ne ha tratto enormi benefici per la propria salute ed è diventata ormai una prassi consolidata della propria vita. Molti nutrizionisti sono convinti del fatto che basta un giorno di digiuno a settimana per avere un fisico in perfetta forma ma per avere anche una mente lucida e reattiva. A spiegarlo al sito ‘Ok salute e benessere’ è stato lo psichiatra e nutrizionista Stefano Erzegovesi, responsabile del Centro per i Disturbi Alimentari dell’Ospedale San Raffaele di Milano, che ha scritto un libro intitolato proprio ‘Il digiuno per tutti’.

Secondo l’esperto va sempre distinta la fame vera da quella puramente emotiva. “La maggior parte di noi – ha dichiarato Erzegovesi – ha difficoltà ad ascoltarsi, a capire e riconoscere le emozioni’. Introdurre nella nostra dieta settimanale il cosiddetto ‘giorno magro’ ha la funzione di resettare il corpo e il cervello al fine di ritrovare ‘un nuovo equilibrio”.

Ecco cosa mangiare nel giorno magro

Ma cosa mangiare nella giornata magra ? Basta un semplice piatto di verdure (quantità illimitata) sia cotte che crude a seconda dei gusti, da mangiare sia a pranzo che a cena. Mentre a colazione basta mangiare delle noci (ricche di vitamina D e proprietà antiossidanti) e un bicchiere di kefir che non è altro che latte fermentato. Nel resto della settimana va seguita la classica dieta mediterranea cercando di evitare assolutamente il consumo di carboidrati (soprattutto la sera) e di cibi contenenti zuccheri raffinati.

Il giorno magro, sempre secondo la teoria di Erzegovesi, serve anche ad acquisire maggiore consapevolezza delle proprie emozioni, recuperando la forma fisica con la perdita di qualche chilo di troppo. Ovviamente non tutti possono seguire questo tipo di dieta. Prima di diventare ‘seguaci’ della teoria del digiuno settimanale occorre sempre consultare il proprio medico di fiducia per valutarne eventuali controindicazioni.

Marco Antonio Tringali

Scrivere e raccontare i fatti, i dilemmi e i cambiamenti della società sono il mio pane quotidiano. Sono esperto di economia ma seguo molto anche i vari temi di attualità e non di meno lo sport. Ho esperienza anche in materia di Salute, appassionato di letture che trattano tematiche come scienza dell'alimentazione e informazione scientifica. Come hobby suono la chitarra e ascolto tanta musica. Il rock è la mia religione, lo ritengo uno dei linguaggi universali dell'umanità.

Condividi: