Salute

Cancro, in futuro la diagnosi potrà essere fatta con un respiro

Pubblicato il Pubblicato da Marco Antonio Tringali
  • Diagnosticare il Cancro in futuro sarà sempre più semplice grazie ad un nuovo strumento sperimentato in Inghilterra

    Cancro: tramite il respiro si potrà diagnosticare tramite il Breathalyzer

    Cancro: si chiama Breathalyzer il nuovo strumento di diagnostica che scova i tumori attraverso il respiro

    La semplice analisi del respiro sarà sufficiente, negli anni a venire, per diagnosticare il cancro. Una azienda britannica, la Owlstone Medical, sta sperimentando uno strumento di diagnostica denominato “breathalyzer”, molto simile all’etilometro, in grado di rivelare con un certo anticipo le prime avvisaglie del cancro. Un articolo pubblicato sul sito di Repubblica.it ha spiegato nel dettaglio come funzionerà questo strumento di diagnostica avanzato che farà risparmiare in futuro parecchi milioni alla sanità britannica evitando di dover ricorrere a costosissimi test per diagnosticare la presenza di un focolaio tumorale.

    Come funziona il Breathalyzer

    Questo strumento è stato sperimentato presso l’ospedale Addenbrook di Cambridge e consentirà di scoprire rapidamente molte patologie con largo anticipo col semplice respiro del paziente. Al momento, il breathalyzer, è supervisionato dal Cancer Research UK (CRUK) Cambridge Centre. Secondo quanto riportato dal sito Repubblica.it, sarà sufficiente respirare per 10 minuti in questa piccola macchina, che successivamente procederà all’analisi dei cosiddetti componenti organici volatili (Cov), vale a dire le sostanze chimiche del nostro respiro e parte del metabolismo.

  • Coinvolte 1500 persone nella sperimentazione

    Si tratta nella fattispecie dei composti che attraversano i nostri polmoni e che successivamente esaliamo. Questi stessi composti vengono poi separati dalla macchina e inviati all’università di Cambridge per le analisi. E’ possibile scovare le patologie tumorali al primo stadio, in presenza di Cov alterati che sarebbero la spia della presenza di cancro.

    Nella fase di sperimentazione di questo importante strumento diagnostico, sono coinvolte 1500 persone che comprendono persone sane e malate di varie forme di cancro (prostata, stomaco o ad altri organi dell’apparato digerente). A commentare gli importanti risultati raggiunti con la sperimentazione del breathhalyzer ci ha pensato la dottoressa Rebecca Fitzgerald del Cancer Research UK (CRUK) Cambridge Centre, che ha evidenziato come la diagnosi dei tumori attraverso il semplice respiro rappresenti un passo in avanti decisivo nella lotta contro il cancro.

Marco Antonio Tringali

Scrivere e raccontare i fatti, i dilemmi e i cambiamenti della società sono il mio pane quotidiano. Sono esperto di economia ma seguo molto anche i vari temi di attualità e non di meno lo sport. Ho esperienza anche in materia di Salute, appassionato di letture che trattano tematiche come scienza dell'alimentazione e informazione scientifica. Come hobby suono la chitarra e ascolto tanta musica. Il rock è la mia religione, lo ritengo uno dei linguaggi universali dell'umanità.

Condividi: