Salute

Alzheimer, il rischio è inferiore se denti e gengive sono in salute

Pubblicato il Pubblicato da Valerio Fioretti

Prendersi cura dei denti diminuirebbe il rischio di ammalarsi di Alzheimer

  • Correlazione tra parodontite e Alzheimer

    Una recente ricerca avrebbe scoperto una correlazione tra la parodontite e l’Alzheimer. La parodontite è una malattia dentale batterica e infiammatoria che può causare le distruzione dei tessuti che danno ai denti stabilità e sostegnose non viene curata. Due studiose dell’Università di Bristol hanno isolato 25 mutazioni genetiche associate a parodontite e Alzheimer. Lo studio è stato pubblicato su Perio Insight, la rivista della European Federation of Periodontology (EFP). Esiste un legame tra le due patologie: chi soffre di parodontitie, ha più probabilità di sviluppare l’Alzheimer e viceversa. Avere denti sani quindi diminuirebbe il rischio di contrarre questa malattia.

    I dettagli dello studio

    Le infezioni microbiche cerebrali e le infiammazioni hanno un ruolo nell’Alzheimer e i batteri del cavo orale  sono tra gli agenti microbici identificati nel cervello dei malati d’Alzheimer. Alcuni batteri del gruppo delle spirochete che possono comparire nel cavo orale sono stati individuati nel cervello post-mortem di alcuni pazienti affetti da Alzheimer in concentrazioni quattro volte superiori a quelle di individui non affetti da questa malattia. Gli anticorpi specifici contro batteri del cavo orale sono  più frequenti il doppio nel sangue dei malati di Alzheimer.

  • Anche altri studi mettono in relazione i batteri della bocca con il cervello

    Anche altri studi mettono in realazione bocca e cervello. Un’infezione cronica del cavo orale ha un quadro patologico simile all’Alzheimer. La parodontite può causare la demenza senile? Secondo le ultime ricerche, potrebbe essere una concausa. Chi è affetto da parodontite ha una superficie ulcerata non visibile sui cui passano nel sangue miliardi di batteri capaci di causare un danno diretto agli organi e uno stato d’infiammazione esteso a tutto l’organismo. Lo stato di salute dei nostri denti può quindi essere d’aiuto anche al cervello.

    I sintomi della parodontite e come curarla

    La parodontite si manifesta inizialmente con una gengivite, ma di un’intensità maggiore rispetto ad una normale infiammazione. Le gengive sanguinano sempre quando i denti vengono spazzolati o addirittura quando si mangia. Le gengive si presentano gonfie, tumefatte e dolenti, oltre a essere particolarmente sensibili al contatto con i cibi più duri. Il rimedio piùefficace per curare la parodontite in modo definitivo è la chirurgia odontoiatrica: si tratta di interventi che si eseguono alla poltrona e in anestesia locale.

    (Fonte: Dilei, Starbene)

Valerio Fioretti

Sono un meteorologo e scrivo da qualche anno notizie sul web. Salute e attualità sono argomenti di cui sono esperto. Competente nel campo dello sport e del calcio, è molto difficile che possa perdermi una partita! Amo praticare sport, viaggiare, andare a correre ed ascoltare della buona musica..

Condividi: