Salute

Allarme Epatite A tra gli omosessuali: ecco come difendersi

Pubblicato il
  • Epatite A tra gli omosessuali: è emergenza, bisogna adottare delle misure di prevenzione

    epatite a
    allarme epatite a tra gli omosessuali

    Allarme Epatite A tra gli omosessuali: ecco come difendersi

    In Italia è allarme epatite A. A confermare ciò è proprio l’Istituto superiore della Sanità dove ha appurato che negli ultimi 7 mesi nel nostro Paese, i casi di epatite A tra gli omosessuali si sono quintuplicati, dunque, è emergenza. Più precisamente, si stima che tra agosto 2016 e febbraio 2017 i casi di epatite A sono stati ben 583.

    Quanto al genere, nell’85% dei casi si tratta di uomini con un’età media di 34 anni, e tra loro 6 su 10 persone dichiara di essere omosessuale. Ma che correlazione c’è tra omosessualità e Epatite A? Proviamo a fare un po’ di chiarezza, cerando di stilare anche alcune regole di prevenzione

    Partiamo in primis dalle cause. Sembra proprio che la prevalenza di casi si sia registrata in uomini che hanno avuto rapporti sessuali non protetti. Ma questa patologia si può diffondere anche tramite bevande come succhi o acqua, frutti di mare, alimenti non cotti o poco cotti. In aggiunta, una scarsa igiene intima può causare tale problematica.

  • Quali sono i sintomi che si avvertono? E come è possibile prevenirla?

    I sintomi possono essere diversi: inappetenza, spossatezza, febbre, nausea, itterizia. E’ possibile curarla con farmaci appositi ma occorre tempo e costanza. La guarigione può avvenire anche dopo lunghi mesi. Raramente si arriva al punto di trapiantare nell’individuo affetto,  un nuovo fegato.

    Per prevenire tale patologia bisogna effettuare il vaccino. L’Istituto superiore della Sanità raccomanda soprattutto agli omosessuali di eseguirlo scrupolosamente onde evitare epidemie soprattutto in vista del prossimo World Pride che si terrà a Madrid nel mese di giugno. Infatti si pensa che l’impennata di casi di epatite A sia derivata dalla partecipazione in massa all’Europride di Amsterdam al quale hanno partecipato moltissimi omosessuali provenienti dalla Germania, Olanda e Regno unito e i ceppi poi diffusisi negli altri Paesi come il nostro.