Politica

Zygmunt Bauman è morto: addio al filosofo che teorizzò la società liquida

Pubblicato il
  • Morto Zygmunt Bauman, filosofo politico di formazioni marxista, famoso per la teorizzazione della società liquida.

    Zygmunt Bauman è morto: addio al filosofo che teorizzò la società liquida
    Zygmunt Bauman è morto: addio al filosofo che teorizzò la società liquida – foto Italiapost.it

    Zygmunt Bauman è morto: addio al filosofo che teorizzò la società liquida

    Si è spento oggi, lunedì 9 gennaio 2017, all’età di 91 anni, il filosofo e sociologo Zygmunt Bauman. Se ne va uno dei grandi pensatori del nostro tempo, tra i pochi accademici capaci di passare da una dialettica specialistica ad una più divulgativa e comprensibile per tutti. Sempre più lontano dai sociologi del suo tempo infatti, amava circondarsi di gente comune che, appassionata, ascoltava le sue parole e riflessioni sul nostro mondo.

    Addio a Zygmunt Bauman: interprete profondo della modernità, nonostante l’insofferenza dell’ambiente accademico, ha ottenuto il giusto riconoscimento divenendo uno dei più grandi pensatori contemporanei. Famosa la sua teorizzazione della ‘società liquida’. Al suo interno le riflessioni sul critico passaggio dell’occidente dal XX al XXI secolo. Una società incentrata sull’individualismo e permeata da estrema incertezza, costantemente mutevole, quindi in questo senso liquida.

  • La sua lettura della postmodernità si muove all’interno del pensiero marxista, necessariamente da reinterpretare alla luce della globalizzazione e dell’avvento ‘spietato’ della tecnologia. La chiave di tale lettura, secondo Bauman, è da individuarsi nella trasmutazione dei suoi protagonisti, passati da produttori a consumatori, ma non solo. Con il proliferare del consumismo più sfrenato, i più indifesi e soggetti a precarietà, ovvero i poveri, rimangono schiacciati dal sistema che impone loro continui nuovi canoni da seguire, inevitabilmente irraggiungibili per la loro condizione di poveri, e quindi costretti a vivere in una condizione di perenne alienazione ed infelicità. Bauman era nato in Polonia, a Poznanń , nel 1925. Negli anni 60 aveva lasciato la cattedra all’Università di Varsavia per trasferirsi a Tel Aviv. Dal 72 al 90 aveva invece insegnato all’Università di Leeds. Nel 2010 è stato fondato in suo onore il “Bauman Institute”.

    A cura di Daniele Magliuolo