Politica

Roma, Il Movimento 5 Stelle diviso dopo l’arresto di Raffaele Marra. Sotto accusa le dichiarazioni del sindaco Virginia Raggi

Pubblicato il
  • Rischiano di acuire le divisioni interne nel Movimento 5 Stelle le dichiarazioni fatte dal sindaco di Roma Virginia Raggi dopo l’arresto di Raffaele Marra

    Roma, Il Movimento 5 Stelle diviso dopo l'arresto di Raffaele Marra. Sotto accusa le dichiarazioni del sindaco Virginia Raggi foto ilpost.it
    Roma, Il Movimento 5 Stelle diviso dopo l’arresto di Raffaele Marra. Sotto accusa le dichiarazioni del sindaco Virginia Raggi foto ilpost.it

    Roma, Il Movimento 5 Stelle diviso dopo l’arresto di Raffaele Marra. Sotto accusa le dichiarazioni del sindaco Virginia Raggi

    Roma –  dopo l’arresto di Raffaele Marra,  le dichiarazioni del Sindaco Virginia Raggi fatte nella conferenza stampa di ieri in Campidoglio hanno suscitato un acceso confronto tra i militanti del Movimento 5 Stelle e nell’opinione pubblica. La Raggi ha affermato che:”Probabilmente abbiamo sbagliato, Marra era già un dirigente e ci siamo fidati. Sostituiremo subito Marra, abbiamo piena fiducia nella magistratura” e sottolinea:  “Mi dispiace per i romani, per M5S e per Beppe Grillo che aveva evidenziato qualche perplessità su Marra”. Ma intanto ieri c’è stata la riunione dei vertici del Movimento 5 Stelle. In una albergo in via Tor de’ Conti erano presenti il vicepresidente della Camera Luigi di Maio , Roberto Fico, ed anche i due senatori M5S, Nicola Morra e Paola Taverna. Bocche cucite all’uscita dal vertice ma la senatrice Taverna commenta le dichiarazioni di Virginia Raggi con un poco sibilino “No, non basta!” riferendosi alle scuse della Sindaca di Roma ed alla posizione sostenuta che Raffaele Marra sia solo uno dei 23mila dipendenti del Comune. Altri esponenti politici di primo piano del M5S prendono posizione sul caso MarraRaggi come Carla Ruocco che afferma: “Le scuse della sindaca Raggi non bastano proprio” ed anche Fico sottolinea che “E’ chiaro che per me Marra non è solo un tecnico”.

  • Intanto trapelano anche le dichiarazioni di Beppe Grillo che in una telefonata al Sindaco Virginia Raggi ha affermato: “Su Marra te lo avevo detto, ora rimedia”.  Il messaggio che lancia Grillo è rassicurante, L’amministrazione capitolina va avanti ma dovranno essere passati al setaccio tutti gli atti firmati dal Capo del Dipartimento personale del Campidoglio Raffaele Marra.  Oltre al sindaco di Roma la posizione più delicata nel movimento è ora quella del vicepresidente Di Maio che ha sostenuto le scelte compiute da Virginia Raggi nonostante le perplessità e le critiche alla scelta di dell’amministrazione di dare un incarico di primo livello a  Marra.  La deputata pentastellata Roberta Lombardi sottolinea con un eloquente :”I fatti parlano oggettivamente. Io sono molto fiera di stare dalla parte giusta” la diversa posizione di una parte del movimento 5 stelle sulle scelte fatte da Virginia Raggi come Sindaco di Roma

    .