Politica

Italicum, Renzi verso nuova modifica prima del referemdum

Pubblicato il Pubblicato da notwebadmin
  • Renzi valuta se proporre una modifica all’Italicum prima del referendum del 4 dicembre, nuovo cambiamento nella legge elettorale?

    Italicum, Renzi verso nuova modifica prima del referemdum
    Italicum, Renzi verso nuova modifica prima del referemdum – foto www.piervittoriobuffa.it

    Italicum, Renzi verso nuova modifica prima del referemdum

    Il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi ancora alle prese con l’Italicum, il leader del PD sta seriamente pensando di proporre un ultimo e decisivo cambiamento alla legge elettorale prima del referendum costituzionale del 4 dicembre 2016. Eventuale interventi del parlamento però sarebbero comunque successivi alla consultazione, proprio perché i partiti di opposizione non sono certo disposti a discuterne prima. Renzi, che considera l’Italicum la migliore legge elettorale possibile, ha aperto a modifiche, chieste tra l’altro sia dalla minoranza Pd che dai centristi della maggioranza di governo, perché spera di aumentare il consenso al referendum costituzionale, i cui esiti al momento sono piuttosto incerti. Inoltre, secondo i sondaggi elettorali, il sistema attuale, un proporzionale con premio di maggioranza ed eventuale ballottaggio, favorirebbe la vittoria del M5s.

  • ITALICUM, RENZI VALUTA NUOVA MODIFICA IN EXTREMIS: Lunedì prossimo dunque è molto probabile che la riunione democratica ospiti una bella carrellata di proposte, dicono due dirigenti che a tal proposito però preferiscono restare anonimi. In casa Pd ce ne sono almeno quattro: il Mattarellum 2.0 della sinistra dem; l’introduzione delle coalizioni voluta dal ministro della Cultura, Dario Franceschini, al posto delle singole liste; la proposta di Luciano Violante di rendere valido il ballottaggio solo se vi partecipa il 50% degli elettori (altrimenti varrebbe il risultato del primo turno); l’idea di abolire le candidature in più collegi rendendo possibile gli apparentamenti tra partiti, ma solo al secondo turno. Risulta molto complica capire al momento se in direzione Renzi svelerà la sua proposta o ne sosterrà una delle altre, cercando di ricompattare il partito, anche perché solitamente il Presidente preferisce affrontare determinate decisioni in piena autonomia e solitudine.

    A cura di Daniele Magliuolo

Condividi: