Politica

Italicum, la proposta del M5S: “Va cancellato. Vogliamo proporzionale con preferenze”

Pubblicato il
  • Mozione dei deputati pentastellati alla Camera: “L’Italicum non è migliorabile”. La nuova proposta sarà presentata domani

    Italicum, la proposta del M5S: "Va cancellato. Vogliamo proporzionale con preferenze" - Foto Italianosveglia.com
    Italicum, la proposta del M5S: “Va cancellato. Vogliamo proporzionale con preferenze” – Foto Italianosveglia.com

    Italicum, la proposta del M5S: “Va cancellato. Vogliamo proporzionale con preferenze”

    In attesa dell’udienza della Corte Costituzionale, inizialmente prevista per il 4 ottobre e poi spostata, i deputati del Movimento 5 Stelle già pensano alla modifica dell’Italicum. La legge elettorale voluta dal governo Renzi, fanno sapere i parlamentari penstastellati: “Va cancellata in quanto non è migliorabile perché è antidemocratica e incostituzionale. Il governo Renzi sembra composto da un gruppo di dilettanti allo sbaraglio: non è stato neanche in grado di scrivere una buona legge elettorale dopo la bocciatura del Porcellum da parte della Consulta“. Un attacco neanche troppo velato dal M5S, che si prepara quindi a dare battaglia in Parlamento sulla legge elettorale che anche lo stesso Matteo Renzi si è detto disponibile a rivedere.

  • Qual è la proposta del Movimento 5 Stelle? La si può trovare nella mozione depositata alla Camera che sarà presentata domani: “Deve essere adottato un sistema elettorale con formula proporzionale da applicarsi in circoscrizioni medio-piccole in quanto, oltre a garantire rappresentatività e vicinanza agli elettori, favorisce l’aggregazione tra forze politiche piccole e medio-piccole. La legge elettorale per il Parlamento deve essere rappresentativa dei cittadini e, allo scopo, occorre adottare un sistema proporzionale snza alcun premio di maggioranza. Chiediamo al Parlamento di approvare in tempi rapidi una nuova legge elettorale con formula proporzionale, in circoscrizioni medio-piccole e modalità di espressione della preferenza da parte degli elettori”.

  • Nascerebbe e così il “Democratellum”, la proposta di legge nata dalla consultazione online a cui hanno partecipato 30.000 cittadini: proporzionale corretto con preferenze e voto di penalizzazione per eliminare un candidato dalla lista, nessun premio di maggioranza né coalizioni pre-elettorali; vietate le candidature plurime. Già nel 2014 il Movimento 5 Stelle aveva presentato una proposta di legge simile.