Politica

Ignazio Marino assolto oggi. L’ex Sindaco si commuove alla notizia della sentenza

Pubblicato il
  • Oggi c’è stata la sentenza di assoluzione per l’ex sSindaco Ignazio Marino accusato di truffa e peculato. Alle 16 cìè stata la conferenza stampa. Marino: “La verità è stata negata e centinaia di migliaia di romani sono stati violentati nella loro scelta democratica”

    Ignazio Marino assolto oggi. L’ex Sindaco si commuove alla notizia della sentenza - foto www.libertaegiustizia.it
    Ignazio Marino assolto oggi. L’ex Sindaco si commuove alla notizia della sentenza – foto www.libertaegiustizia.it

    Ignazio Marino assolto oggi. L’ex Sindaco si commuove alla notizia della sentenza

    L’ex Sindaco Di Roma è stato assolto questa mattina dalle accuse di peculato, truffa e falso nell’ambito del processo sul caso scontrini e le consulenze dell’associazione Onlus Immagine di cui Marino era presidente. I Pubblici Ministeri avevano chiesto per lui una condanna a 3 anni e 4 mesi. Ad essere contestate sono state le 56 cene che furono pagate, tra il 2013 ed il 2015, attraverso la carta di credito in dotazione all’ex Sindaco per finalità istituzionali e che la Procura sosteneva avesse Marino utilizzato per propri fini. Il Tribunale ha assolto Marino da quest’accusa perché il fatto non sussiste mentre per il caso dell’associazione Immagine, a cui i pm contestavano assunzioni fittizie, l’assoluzione è avvenuta perché il fatto non costituisce reato . Marino , a caldo, ha commentato la sentenza. “Finalmente è stata ristabilita la verità”,  le sue prime parole.

  • Ignazio Marino assolto oggi. L’ex Sindaco si commuove alla notizia della sentenza

    Il “marziano”, così è soprannominato l’ex Sindaco, ha aggiunto di aver sempre confidato nella giustizia. Intanto, oggi, alle 16, all’hotel Nazione nei pressi di Montecitorio, si è tenuta la conferenza stampa di Marino. Come prevedibile non sono mancate le accuse contro gli esponenti del Partito Democratico che lo fecero  cadere dallo scranno più illustre di Palazzo Senatorio. “Nella nostra Capitale un anno fa la nostra democrazia è stata lesa, la verità è stata negata e centinaia di migliaia di romani sono stati violentati nella loro scelta democratica” ha sottolineato ancora l’ex sindaco di Roma ed ha incentrato il suo intervento su come a pagare siano soprattutto i cittadini italiani e romani, vittime, secondo lui, di subire il il malgoverno delle istituzioni e della disinformazione di campagne mediatiche che minavano a screditarlo nei confronti dei suoi elettori.