Politica

Elezioni Abruzzo 2019, vince il centrodestra: Marsilio nuovo presidente | I risultati

Pubblicato il Pubblicato da Marco Reda

Marco Marsilio è il nuovo presidente della regione Abruzzo. Il centrodestra schianta il centrosinistra, crollo M5S

elezioni abruzzo marsilioMarco Marsilio nuovo presidente della regione Abruzzo - Foto Lettera43
  • Elezioni Regionali Abruzzo 2019: i risultati

    Il centrodestra vince le elezioni regionali in Abruzzo: la coalizione che appoggiava Marco Marsilio come nuovo presidente della Regione ha portato a casa quasi il 50% dei voti. Una vittoria schiacciante che indica un dato importante del gradimento politico in Abruzzo, oltre che in gran parte d’Italia, ulteriore conferma dei recenti sondaggi nazionali che vedono in testa proprio il centrodestra.

    Le percentuali di voto: ko Pd e M5S

    Nelle votazioni in Abruzzo di domenica 10 febbraio 2019 è stato, come detto, un trionfo del centrodestra (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e altri partiti di centro) con il 48,2% dei voti. Sbaragliata la coalizione di centrosinistra guidata da Giovanni Legnini (Partito Democratico e altri), che chiude al 31,5%. Crollo totale del M5S: il partito rappresentato da Sara Marcozzi si attesta sotto il 20%, perdendo il 20% dei voti rispetto alle ultime elezioni che la videro trionfatrice. Marsilio, dunque, sarà il governatore d’Abruzzo per i prossimi 5 anni: “È un’emozione fortissima – ha detto poco dopo aver saputo il risultato – come coalizione abbiamo fatto un partito straordinario e abbiamo costruito una squadra per dare un futuro agli abruzzesi“. “La ricostruzione – prosegue Marsilio – sarà la nostra priorità assoluta. Il centrodestra ha già dimostrato con la ricostruzione del 2009 e torneremo a replicare quel modello. La mia assoluta priorità è rimettere le persone nelle condizioni di rientrare nelle loro case”. Raggiante anche Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, che parla di “giornata storica“. L’affluenza alle urne è stata del 52,5%, in lieve calo rispetto alle ultime elezioni regionali del 2014 (59,5%).

    (Fonti Repubblica.it e SkyTg24)

  • Elezioni Abruzzo 2019, la delusione del centrosinistra

    Non so ora come finirà – ha dichiarato Giovanni Legnini, candidato del centrosinistra – ma la partita è riaperta. Tutti i sondaggi ci davano terzi, siamo ampiamente secondi, con uno spostamento a destra dell’elettorato. Credo che il centrosinistra in Italia debba riaprire un canale di partecipazione e tendere verso un modello coalizionale aperto e largo, proprio come abbiamo fatto qui conseguendo un risultato molto superiore a 11 mesi fa. Era comunque abbastanza prevedibile che il risultato di queste elezioni non sarebbe bastato a vincere”.

    Il crollo del M5S

    In Abruzzo si è registrata una sconfitta per la democrazia – ha tuonato Sara Marcozzi, candidata del M5S – è stato permesso di partecipare a otto liste create poco prima delle elezioni. Quella di Pd e Forza Italia è stata una débacle (Lega risultata primo partito della coalizione di centrodestra ndr), dovrebbero farsi un esame di coscienza”.

    (Fonti Repubblica.it e SkyTg24)

Marco Reda

Giornalista pubblicista dal 2013, esperto specializzato in calcio (di cui non perde una partita) e altri sport con ruoli da inviato, spettacoli tv e attualitá. Musicista semi professionista, batterista e cantante dall'età di 6 anni. Tifoso e appassionato della AS Roma ma anche di serie tv e cinema. E poi c'è quella mania per il fantacalcio...

Condividi: