Politica

Caso Unar, si dimette il direttore Francesco Spano

Pubblicato il
  • Francesco Spano, direttore dell’Unar accusato di uso improprio dei fondi di Palazzo Chigi

    francesco spano si dimette dall'incarico
    francesco spano si dimette dall’incarico unar

    Caso Unar, si dimette il direttore Francesco Spano

    Dopo il servizio andato in onda alle Iene,  Francesco Spano, direttore dell’Unar ( Ufficio Antidiscriminazioni Razziali) si è dimesso dal suo incarico. Spano, 39 anni, avvocato è stato convocato ieri pomeriggio a Palazzo Chigi dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi.

    Nel servizio delle Iene si accusa l’avvocato di un uso improprio di fondi di Palazzo Chigi: nel servizio si accusa Spano di aver finanziato un’associazione di persone omosessuali a cui fanno capo circoli nei quali si praticherebbe prostituzione maschile, e il direttore dell’Ufficio di essere socio di questa stessa associazione. E’ il primo effetto dello scoop delle Iene sulle dark room tra  orge e prostituzione che avrebbero ricevuto un finanziamento di 55mila euro dalla Presidenza del Consiglio dei ministri.

  •  

    Si apprende da una nota che ” Le dimissioni vogliono essere un segno di rispetto al ruolo e al lavoro che ha svolto e continua a svolgere l’Unar, istituito con il decreto legislativo 9 luglio 2003, n. 215, in recepimento alla direttiva comunitaria n. 2000/43 CE contro ogni forma di discriminazione… La Presidenza del Consiglio, per quanto non si ravvisino violazioni della procedura prevista e d’accordo con il dott. Spano, disporrà la sospensione in autotutela del Bando di assegnazione oggetto dell’inchiesta giornalistica, per effettuare le ulteriori opportune verifiche. I relativi fondi, comunque, non sono stati ancora erogati”.

    Immediate le reazioni dei vari partiti. Centrodestra e Movimento stelle chiedono non solo le dimissioni del direttore, ma la chiusura dell’Ufficio stesso.

    La vicenda denunciata dal servizio delle Iene è gravissima e con ogni evidenza non ha nulla a che vedere con il contrasto alle discriminazioni.