Politica

Beppe Grillo a Palermo: “il capo sono io” / Il leader dei 5 stelle torna protagonista

Pubblicato il
  • Il leader del Movimento 5 Stelle torna in prima persona. Vuole stare con i suoi grillini e guidarli alla vittoria nelle prossime elezioni.

    Beppe Grillo a Palermo: "il capo sono io" / Il leader dei 5 stelle torna protagonista
    Beppe Grillo a Palermo: “il capo sono io” / Il leader dei 5 stelle torna protagonista – foto espresso.repubblica.it

    Beppe Grillo a Palermo: “il capo sono io” / Il leader dei 5 stelle torna protagonista

    Archiviato il “passo di lato”, Beppe Grillo è tornato più gagliardo che mai, il leader del m5s è tornato in pista e grida al suo popolo la voglia di portare il suo movimento alla vittoria nelle prossime elezioni, solo allora si sentirà probabilmente di defilarsi ancora per lasciare spazio ad altri. Grande fermento come sempre alla festa nazionale dei Cinque Stelle tenutasi a Palermo, Grillo ha scaldato il pubblico con il suo solito grande carisma, poi il doveroso ricordo commosso per Casaleggio: “Gianroberto ci manca ma io sono rientrato”. Poi poche ma precise parole per gli ativisti: “Adesso noi siamo stati topi da laboratorio, e voglio che ripensiate a come ci sentivamo dentro con il prima vaffa…, con la prima raccolta firme. Era un spirito straordinario, e quelli che arrivano adesso non lo possono sapere. E noi dobbiamo ripristinare quel sentimento lì».

  • GRILLO UNICO LEADER DEL M5S: Alla domanda su chi avrà il compito della leadership del movimento, Grillo rompe gli indugi. Ora che è rimasto solo, sarà lui a dettare gli ordini, a prendere le decisioni più importanti per il bene del gruppo ed a fare delle scelte ben precise. Basta quindi con i passi indietro o di lato, ora Beppe Grillo si pone come vero ed indiscusso rappresentante principale del gruppo, con l’obiettivo di dimostrare agli scettici, rappresentati dagli altri partiti, che il movimento è perfettamente in grado di governare le grandi città. Ultime battute sul direttorio, termine poco amato dallo stesso Grillo. Il leader dei 5 stelle smorza i toni, ammette alcune colpe, ma aggiunge che a volte la politica fa certi scherzi, l’importante è non farsi ammaliare dal potere.

    A cura di Daniele Magliuolo