Italia

Vesuvio in fiamme da giorni: forse la mano della Camorra sugli incendi dolosi

Pubblicato il
  • Il Vesuvio avvolto da giorni da una nuvola di fumo causa incendi. Dati alle fiamme molti ettari di vegetazione: forse colpa della Camorra?

    incendi vesuvio
    Il Vesuvio avvolto da giorni da una nuvola di fumo causa incendi. Dati alle fiamme molti ettari di vegetazione: forse colpa della Camorra?

    Vesuvio in fiamme da giorni: forse la mano della Camorra sugli incendi dolosi

    A Napoli, sul Vesuvio, la situazione ha continuato a destare preoccupazione. «Sembra un’eruzione», è stato il commento generale mentre il fumo raggiungeva perfino il Salento. Gli incendi hanno raggiunto un fronte di due chilometri di lunghezza con fiamme molto alte. Decine di persone coinvolte nelle attività di spegnimento tra dipendenti regionali, personale della Sma Campania e volontari; sul posto un S64, un Canadair e un elicottero regionale.

  • Una colonna di fumo, partendo dalle pendici del vulcano, ha sovrastato tutto il Golfo partenopeo. Due ristoranti e alcune abitazioni sono state evacuate a scopo precauzionale nella parte alta di Torre del Greco. Il sindaco di Ottaviano e presidente della Comunità del Parco Vesuvio, Luca Capasso, parlando di «emergenza nazionale» ha chiesto l’intervento dell’Esercito, un aiuto al Governo, così come riporta in calce l’edizione online de Il Messaggero, per risolvere la drammatica situazione derivante dai vari incendi appiccanti intorno alla zona panoramica che si affaccia su Napoli.

  • E il sindaco di San Giuseppe Vesuviano ha chiuso con un’ordinanza le vie di transito, invitando a limitare le uscite in aree scoperte. Sul territorio campano la situazione è particolarmente complessa per la concomitanza di più fronti che si sono sviluppati, in particolare nelle province di Napoli, Salerno e Avellino: complessivamente sono un centinaio gli incendi, 600 le persone impegnate per riuscire a risolvere la situazione che ormai da giorni va avanti sulle falde del Vesuvio.