Italia

Reddito di cittadinanza 2019, da oggi sarà possibile richiederlo: partirà a fine aprile

Pubblicato il Pubblicato da Nunzio Corrasco

A partire da oggi, mercoledì 6 marzo 2019, sarà possibile richiedere il reddito di cittadinanza. Per avanzare la richiesta c'è tempo fino alla fine del mese

Reddito di cittadinanza 2019, da oggi sarà possibile richiederlo: partirà a fine aprile. Fonte foto: corriere.it
  • Reddito di cittadinanza 2019, da oggi sarà possibile richiederlo

    Dopo tante parole si passa ai fatti: a partire da oggi, mercoledì 6 marzo 2019, sarà possibile richiedere la nuova carta del reddito di cittadinanza. Secondo quanto si legge su “IlMessaggero.it”, il rischio caos è quello che riguarda le Regioni, con queste ultime che allo stato attuale non abbassano lo scontro relativo ai navigator. Si prospettano, inoltre, lunghe code e sportelli affollati, con le Poste che, ad esempio, invitano a presentarsi a scaglioni, in ordine alfabetico. Per avanzare la richiesta, infatti, c’è tempo fino alla fine del mese e tutti coloro che richiederanno il reddito di cittadinanza, stando a quanto assicurato dal Governo, dovrebbero vedersi caricato il beneficio per il 30 aprile 2019.

    Reddito di cittadinanza 2019, il nodo più spinoso riguarda i navigator

    Oltre ai problemi legati all’organizzazione logistica della giornata, continuano a permanere anche altri nodi legati al reddito di cittadinanza 2019. Secondo quanto riportato da “IlMessaggero.it“, il più spinoso è quello relativo ai navigator che dovrebbero scendere in campo tra qualche mese. Intervenuta davanti alla Commissione della Camera, intanto, Cristina Grieco – la coordinatrice degli assessori al Lavoro – ha ribadito l’allarme sui “coach” che dovrebbero aiutare chi ha diritto al reddito di cittadinanza a trovare un lavoro. Inizialmente la assunzioni previste erano 6000, ora scese a quota 4.500: un numero che secondo i rappresentanti dei territori non sarebbe sufficiente a risolvere il conflitto di competenze relativo alle politiche attive.

  • Reddito di cittadinanza e Quota 100 si incrociano: a rischio i servizi essenziali?

    Un grido d’allarme per quanto riguarda il reddito di cittadinanza proviene anche da province e comuni, nonché dal fronte sindacale: Quota 100 e reddito di cittadinanza, infatti, si andrebbero ad incrociare e questo potrebbe mettere a serio rischio la continuità di servizi come quelli legati alle scuole e agli ospedali.

    Il reddito di cittadinanza 2019 partirà da fine aprile

    A fine aprile, dunque, il complesso meccanismo che riguarda il reddito di cittadinanza 2019 dovrebbe andare a regime e i primi soldi dovrebbe essere caricati sulle famose card. Il beneficio massimo al quale ha diritto una singola persona è di 780 euro al mese, dei quali 280 euro sono destinati ad un contributo mensile per l’affitto. Per le famiglie, invece, il beneficio sale fino a 1330 euro. Allo stato attuale, però, è previsto che con la card sarà possibile acquistare solamente beni alimentari, oltre a pagare le bollette di luce e gas e ad acquistare medicine in Farmacia con uno scontro del 5%. Ogni mese, inoltre, si potranno ritirare fino a 100 euro da un qualsiasi bancomat e si potrà procedere con il bonifico finalizzato al pagamento del mutuo o dell’affitto.

Nunzio Corrasco

Campano di nascita, ma romano d'adozione, sono laureato in Scienze Politiche. Fin dai primi anni di liceo ho coltivato la passione per la scrittura e con il passare del tempo sono riuscito a trasformarla nel mio lavoro. Giornalista pubblicista dal 2017, ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative al mondo dell'attualità. Esperto nei settori salute e scientifico-tecnologico. Sono convinto che l'unica strada per raggiungere i propri obiettivi sia quella di lavorare sodo ogni giorno per centrarli, non smettendo mai di crederci: "La fatica non è mai sprecata. Soffri ma sogni".

Condividi: