Italia

Pil, Conte si aspetta un nuovo calo, poi la ripresa a fine anno

Pubblicato il Pubblicato da Valerio Fioretti

Conte: nuovo calo del Pil, poi ripresa a fine anno

  • Pil, Conte si aspetta un nuovo calo

    “Mi aspetto un’ulteriore contrazione del Pil nel 4° trimestre”, dice il premier Conte ad Assolombarda.”Abbiamo dati congiunturali che non sono favorevoli, non dobbiamo girare la testa. Il dato positivo è che non dipende da noi, ma da Cina e Germania”. “Nei primi 6 mesi di quest’anno stenteremo, ma ci sono gli elementi per sperare in un riscatto, per ripartire soprattutto nel secondo semestre. Lo dice anche l’Fmi”, aggiunge Conte. “Abbiamo un’economia che crescerà, dobbiamo lavorare insieme”.

    La risposta di Padoan

    “La nostra manovra è entrata in vigore meno di un mese fa. Reddito di cittadinanza e quota 100 produrranno i loro effetti da aprile. E’ evidente a chiunque che la recessione tecnica del terzo e quarto trimestre 2018 è il risultato di fallimenti del passato”. Così fonti di governo in vista dati Istat. “Quelle di Palazzo Chigi sul Pil sono dichiarazioni infami e ignoranti. I dati parlano chiaro. L’andamento negativo è cominciato con la nuova maggioranza e con l’impatto dello spread”, ha risposto l’ex ministro dell’Economia, Padoan.

  • Tria invita a non drammatizzare

    Il dell’Economia Giovanni Tria invita a “non drammatizzare”, perché anche in caso di recessione tecnica, assicura, “non cambia molto per la situazione italiana”. L’Istat renderà noto il dato sugli ultimi 3 mesi dell’anno, insieme ad una prima stima su tutto il 2018 calcolata come media annua sui dati trimestrali. ”Credo che il nostro debito sia un buon affare, ha rendimenti buoni e viene riconosciuto come un debito sicuro una volta dissipati i dubbi sulla nostra partecipazione all’Unione monetaria europea, mai messa in discussione”.

    Una settimana fa Conte aveva parlato di crescita all’1.5%

    Una settimana fa Conte aveva detto che nel 2019 ‘la crescita dell’Italia potrebbe arrivare fino all’1,5% nel 2019’ e frenato sull’eventualità di una manovra correttiva perché, aveva spiegato, ‘non è il momento di parlare di correzioni, stiamo vedendo anche noi che si profila una congiuntura non favorevolissima ma consentiteci di mettere in atto le misure, in particolare sugli investimenti . C’è tempo per tutto, ora ci concentriamo su questo’.

    (Fonte: Rainews, Ilfattoquotidiano)

Valerio Fioretti

Sono un meteorologo e scrivo da qualche anno notizie sul web. Salute e attualità sono argomenti di cui sono esperto. Competente nel campo dello sport e del calcio, è molto difficile che possa perdermi una partita! Amo praticare sport, viaggiare, andare a correre ed ascoltare della buona musica..

Condividi: