Italia

Manuel non camminerà più: il responso dei medici sul giovane ferito da un colpo di pistola

Pubblicato il Pubblicato da Biagio Romano

Manuel Bortuzzo, 19enne di Treviso ferito nella notte tra sabato e domenica a Roma da un colpo di pistola, probabilmente non tornerà mai più a camminare

Manuel Bortuzzo, ferito da un colpo di pistolaManuel Bortuzzo non tornerà più a camminare - Foto Fanpage
  • Manuel Bortuzzo, lesione del midollo completa

    Manuel Bortuzzo, il giovane ferito da un colpo di pistola a Roma nella notte tra sabato e domenica, non tornerà mai più a camminare. Queste le parole di Alberto Delitala, responsabile della Neurochirurgia del San Camillo, a tal proposito: “C’è una lesione del midollo completa. Questo vuol dire che al momento consideriamo che non possa esserci una ripresa funzionale del movimento delle gambe”.

    La dinamica dell’accaduto

    Manuel Bortuzzo, 19enne di Treviso, e promessa del nuoto, si era trasferito a Roma per allenarsi nel centro federale di Ostia. Nella notte tra sabato 2 e 3 febbraio 2019 il giovane è stato colpito da un proiettile sparato da un motorino, che poi è fuggito, mentre si trovava di passaggio vicino a piazza Eschilo, nel quartiere dell’Axa: con amici aveva intenzione di recarsi in un pub, ma ha poi desistito quando ha notato che in quel pub c’era stata una rissa poco prima. Manuel è stato poi trasportato all’ospedale Grassi e successivamente trasferito al San Camillo, dove è stato sottoposto a due interventi chirurgici per bloccare l’emorragia e rimuovere il proiettile che si era bloccato su una vertebra. 

  • Gli inquirenti ascoltano la fidanzata

    Intanto continuano le indagini per capire chi abbia sparato il proiettile: Martina, la fidanzata di Manuel, è stata ascoltata più volte dagli inquirenti. Grazie alle sue parole gli investigatori della squadra mobile stanno provando a risalire all’identità dei due uomini a bordo dello scooter da cui sono stati esplosi i colpi di pistola. Al momento lo scambio di persona rimane l’ipotesi più accreditata.

    A breve il risveglio graduale

    Al momento Manuel, dava la vicinanza dell’intervento, è ancora sedato e sottoposto a ventilazione meccanica artificiale. Il decorso post operatorio è soddisfacente e i parametri cardio-respiratori sono stabili: se il decorso continuerà senza complicanze, nei prossimi giorni potrebbe essere ridotta la sedazione per risvegliarlo gradualmente.

Biagio Romano

Da ormai 10 anni scrivo sul web: quella che era solo una passione si è trasformato nel mio lavoro. Mi affascinano le varie dinamiche del mondo dell’informazione. Provo a seguire con interesse numerosi temi, anche se la tv è il mio pane quotidiano (tra reality e talent show, programmi vari e gossip). Esperto di tecnologia, mi appassionano particolarmente anche scienza e natura.

Condividi: