Italia

Lei lo lascia, lui le dà fuoco: gravissima 22enne di Messina. Fermato l’ex fidanzato

Pubblicato il
  • L’ex fidanzato ha bussato alla porta, le ha gettato della benzina addosso e le ha dato fuoco: il giovane fermato dopo 24 ore, è accusato di tentato omicidio

    Lei lo lascia, lui le dà fuoco: gravissima 22enne di Messina. Fermato l'ex fidanzato - Foto CanaleSicilia
    Lei lo lascia, lui le dà fuoco: gravissima 22enne di Messina. Fermato l’ex fidanzato – Foto CanaleSicilia

    Lei lo lascia, lui le dà fuoco: gravissima 22enne di Messina. Fermato l’ex fidanzato

    Una ragazza di 22 anni di Messina, attualmente ricoverata al Policlinico della città siciliana, è in gravissime condizioni dopo essere stata data alle fiamme dal suo ex fidanzato, che nella mattinata di ieri l’ha sorpresa gettandole addosso della benzina e poi dandole fuoco, fuggendo via. La vicenda è accaduta intorno alle quattro e mezza di ieri, domenica 8 gennaio 2017, nel quartiere di Bordonaro, alla periferia della città. La ragazza, di cui non sono state fornite le generalità (A.M. le iniziali) ha sentito suonare l’ex fidanzato alla porta e ha aperto, molto probabilmente per un chiarimento dopo la fine della loro relazione. A quel punto si è ritrovata davanti il ragazzo con cui aveva avuto una relazione travagliata terminata circa due mesi fa.

  • A chiamare i soccorsi è stata una parente della ragazza che ha cercato di spegnere le fiamme, che a quel punto l’avevano già avvolta come una torcia. Attualmente la ragazza è ricoverata in una stanza sterile del Policlinico di Messina con ustioni gravissime sul 60% del corpo: soprattutto su addome, cosce, gambe e caviglie. A raccontare l’accaduto alla polizia è stata la stessa ragazza. La procura peloritana ha subito aberto un’indagine coordinata dal pm Antonella Fradà e in giornata sono state bloccate tutte le vie di fuga dalla città sullo Stretto: dopo che per circa 24 ore non si erano avute tracce di lui, il ragazzo è statto fermato dagli agenti della squadra mobile ed è accusato di tentato omicidio.

    A cura di Biagio Romano