Italia

Italia, in arrivo il ritiro delle truppe dall’Afghanistan secondo fonti della Difesa

Pubblicato il Pubblicato da Valerio Fioretti

Italia, ritiro delle truppe dall'Afghanistan entro un anno?

  • Italia, ritiro delle truppe dall’Afghanistan?

    I militari italiani potrebbero lasciare l’Afghanistan entro un anno. Fonti della Difesa hanno riferito: “Il ministro Trenta ha dato disposizioni al Coi (il Comando interforze) di valutare l’avvio di una pianificazione in tal senso con un orizzonte temporale che potrebbe essere quello di un anno. La richiesta di valutare una pianifi- cazione del ritiro del contingente italiano avviata dal ministro Trenta è stata condivisa con la presidenza del Consiglio”. L’annuncio italiano potrebbe rientrare in un progressivo disimpegno dell’Occidente dal teatro afgano: Usa e talebani hanno trovato un’intesa di principio. ”Abbiamo una bozza che deve essere arricchita prima che diventi un accordo”, ha detto l’inviato americano, Zalmay Khalilzad, in un’intervista al The New York Times a Kabul, dopo sei giorni di colloqui a Doha: “I talebani si sono impegnati, con nostra soddisfazione, a fare ciò che è necessario per impedire che l’Afghanistan diventi una piattaforma per gruppi terroristici internazionali o individui”.

    La reazione di Milanesi

    L’annuncio della Difesa sul ritiro del contingente italiano in Afghanistan entro l’anno? “Lo apprendo adesso che lo avrebbe detto oggi. Non ne ha parlato con me”, risponde ai cronisti il ministro degli Esteri, Moavero Milanesi. “Non appena torno a Roma o non appena dovessi sentire il ministro Trenta, ne riparleremo”, aggiunge il titolare della Farnesina, in visita a Gerusalemme. “Facciamo quel che serve per riportare pace e stabilità. Al momento nessuna decisione è stata presa ma solo una valutazione da parte del ministro per competenza”. E’ quanto si apprende da fonti della Lega, in merito al possibile ritiro del contingente italiano dall’Afghanistan e dopo la valutazione chiesta dal mini- stro della Difesa, Elisabetta Trenta.

  • I miltari impiegati in Afghanistan

    Arruolamento, addestramento, assistenza e consulenza per istituzioni e forze di sicurezza locali nella regione ovest. Sono tra le attività che vedono impegnati i soldati italiani in Afghanistan L’attuale contributo nazionale prevede un impiego massimo di 900 militari, 148 mezzi terrestri e 8 mezzi aerei. L’area di responsabilità italiana è una zona grande quanto il Nord Italia: province di Herat,Badghis,Ghor e Farah. Italia impegnata in 36 missioni, di cui 34 internazionali, in 23 Paesi. In tutto 13.270 unità, di cui 5.950 nel mondo.

    La reazione del M5S

    “La decisione del ministro della Difesa Trenta di pianificare il ritiro del contigente italiano dall’ Afghanistan è molto positiva”. Così una nota dei parlamentari M5S nelle Commissioni Esteri di Senato e Camera. “Abbiamo accolto con felicità e commozione la decisione di riportare a casa i nostri ragazzi dopo 17 anni”. “La pianificazione dovrebbe coprire 12 mesi, così si potrà analizzare la posizione italiana nell’orizzonte più ampio delle varie missioni internazio- nali in cui il Paese è impegnato”.

    (Fonte: Rainews e TgCOM)

Valerio Fioretti

Sono un meteorologo e scrivo da qualche anno notizie sul web. Salute e attualità sono argomenti di cui sono esperto. Competente nel campo dello sport e del calcio, è molto difficile che possa perdermi una partita! Amo praticare sport, viaggiare, andare a correre ed ascoltare della buona musica..

Condividi: