Italia

Il nuovo codice antimafia è legge

Pubblicato il
  • La Camera ha approvato il nuovo Codice antimafia

    Il nuovo codice antimafia è legge
    Il nuovo codice antimafia è legge

    Il nuovo codice antimafia è legge

    Via libera definitivo dell’Aula della  Camera al Codice Antimafia: 259 i voti  a favore, 107 contrari e 28 astenuti.
    Contro il testo hanno votato FI, M5S e  Fratelli d’Italia. Si sono astenuti invece la Lega e Direzione Italia. “Un bel regalo al Paese”, commenta il  presidente della Commissione Antimafia Rosy Bindi. Esulta il guardasigilli Orlando: “Da oggi ci sono più strumenti per combattere la mafia, più trasparenza nella gestione dei beni confiscati, più garanzie per chi è sottoposto a misure di prevenzione”.

    La confisca dei beni, già prevista per i mafiosi, sarà estesa anche a chi è accusato di reati contro la pubblica amministrazione. L’equiparazione mafioso-corrotto probabilmente subirà delle modifiche visto che è passato un ordine del giorno che impegna il governo a rivedere la norma.

  • Contrario Renato Brunetta, di Forza Italia grida perché secondo lui “si porta tutto sul piano penale”. Critiche che arrivano anche dal M5s. Secondo il movimento, si tratta di un compromesso al ribasso. Sono quasi ventimila i beni confiscati alle mafie, tramite sequestro preventivo, a cui si aggiungono 2.876 aziende.