Italia

Esplode un distributore in provincia di Rieti: ecco cosa è accaduto | Il bilancio di vittime e feriti

Pubblicato il Pubblicato da Nunzio Corrasco
  • Esplosione di un distributore sulla Salaria, in provincia di Rieti: la causa è da ricercare in un’autocisterna che ha preso fuoco. 2 vittime e 18 feriti

    Esplode un distributore in provincia di Rieti: ecco cosa è accaduto | Il bilancio di vittime e feriti. Fonte foto: tgcom24.mediaset.it

    Esplode un distributore in provincia di Rieti: 2 vittime e 18 feriti

    Due morti e 18 feriti. E’ questo il tragico bilancio – secondo quanto riportato da ‘Repubblica.it’ – dell’incendio e della successiva esplosione di un distributore di carburanti, verificatosi oggi al chilometro 39 della via Salaria. Il tragico evento si è consumato vicino Borgo Quinzio, in provincia di Rieti, a poca distanza da Passo Corese. Secondo quanto si apprende da fonti della Questura di Rieti, il bilancio provvisorio sarebbe di 2 morti e 18 feriti, dei quali 3 verserebbero in condizioni molto gravi.

    Esplosione in provincia di Rieti: morto un Vigile del Fuoco

    Secondo quanto si apprende da ‘Repubblica.it’, una delle vittime si chiama Stefano Colasanti, vigile del Fuoco di 50 anni. L’uomo era in servizio, ma era diretto a Roma, quando – dopo aver notato il divampare delle fiamme – ha deciso di fermarsi per aiutare le persone coinvolte ed è rimasto ucciso. L’altra vittima è un uomo che al momento dell’esplosione si trovava vicino al distributore e aveva sostato lì con la sua auto perché incuriosito dal divampare dell’incendio. A quel punto, però, le fiamme lo hanno raggiunto e per lui non c’è stato più nulla da fare.

  • Esplosione in provincia di Rieti: le possibili cause che hanno determinato la tragedia

    La fonte dell’incendio sarebbe stata un’autocisterna che in quel momento stava scaricando del carburante. Allo stato attuale, però  – secondo quanto si legge su ‘Repubblica.it’ – non si conoscono ancora le cause precise che hanno determinato l’improvviso incendio e la conseguente esplosione. Quest’ultima, sempre secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stata generata dal fuoco dell’autoarticolato. L’esplosione ha determinato il ferimento di almeno 18 persone, tra le quali alcuni vigili del fuoco che erano giunti sul posto proprio per sedare le fiamme. Tra gli altri feriti, ci sarebbero anche alcuni soccorritori del 118 che in seguito all’esplosione hanno rimediato delle ustioni al volto.

    Il Questore di Rieti all’Ansa: “Il bilancio della tragedia è pesante”

    Intervenuto ai microfoni dell’Ansa, il Questore di Rieti, Antonio Mannoni, ha ammesso la gravità della situazione: “Posso confermare che il bilancio della tragedia è pesante“. Mannoni, poi, ha provato a spiegare anche la dinamica della tragedia: “L’esplosione è partita da un’autocisterna che stava scaricando gpl nell’area di servizio. C’è stato un primo incendio e, mentre i vigili del fuoco e il 118 stavano operando, è avvenuta una violentissima esplosione“. Il Questore di Rieti, ai microfoni dell’Ansa, ha poi aggiunto: “Al momento i vigili del Fuoco stanno mettendo in sicurezza l’area e la cisterna, raffreddandola”. Infine, arriva la conferma sull’identità delle vittime: “Sono un pompiere ed un civile che si trovava nei pressi del distributore ed è stato investito dall’esplosione“.

Nunzio Corrasco

Campano di nascita, ma romano d'adozione, sono laureato in Scienze Politiche. Fin dai primi anni di liceo ho coltivato la passione per la scrittura e con il passare del tempo sono riuscito a trasformarla nel mio lavoro. Giornalista pubblicista dal 2017, ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Amo lo sport in generale, soprattutto il calcio, il tennis ed il basket. Seguo con grande interesse anche il mondo della politica, il settore tecnologico e tutto ciò che riguarda l'attualità. Sono convinto che l'unica strada per raggiungere i propri obiettivi sia quella di lavorare sodo ogni giorno per centrarli, non smettendo mai di crederci: "La fatica non è mai sprecata. Soffri ma sogni".

Condividi: