Italia

Denise Pipitone, assoluzione per la sorellastra

Pubblicato il
  • Per il caso della scomparsa di Denise Pipitone la Cassazione ha deciso per l’assoluzione della sorellastra. La madre: “Rapitore ancora a piede libero”

    denise pipitone
    Per il caso della scomparsa di Denise Pipitone la Cassazione ha deciso per l’assoluzione della sorellastra. La madre: “Rapitore ancora a piede libero”

    Denise Pipitone, assoluzione per la sorellastra

    Ancora mistero sulla scomparsa di Denise Pipitone, la piccola bambina siciliana sparita nel nulla, un pomeriggio del 2004. E’ delle ultime ore, la notizia che ha riportato in auge il caso: la Cassazione ha, infatti, deciso per l’assoluzione della sorellastra Jessica Pulizzi accusata, in un primo momento, di aver rapito la sorellina. A tal proposito, pesano come macigni, le nuove dichiarazioni di Piera Maggio, mamma di Denise, che da quel giorno non riesce a darsi pace e fa di tutto per cercare la verità sul destino della propria figlioletta: “Lancio un appello a tutti gli italiani perché stiano attenti. Se, come ha stabilito la Corte, la vicenda del rapimento di Denise non è una faida familiare, significa che c’è un ladro di bambini in giro. Se hanno colpito me possono farlo con chiunque”.

  • Nulla di nuovo, insomma, circa il rapimento della piccola Denise Pipitone, bimba scomparsa all’età di 4 anni dalle strade del centro storico di Mazara del Vallo. La Cassazione ha assolto la sorellastra Jessica Pulizzi, accusata, in un primo momento, di aver preso parte al sequestro. Ma così per i giudici non è stato. Ed allora, risuonano forte gli appelli di Piera Maggio, mamma della piccola siciliana che cerca ancora, da tantissimi anni ormai, la verità per sua figlia. “Tutti dovrebbero avere paura – aggiunge -. Mi auguro che chi sa parli e si tolga questo macigno dalla coscienza”.