Italia

Camorra, in manette il superboss di Scampia, Marco Di Lauro: latitava da 14 anni

Pubblicato il Pubblicato da Marco Antonio Tringali

Catturato il camorrista Marco Di Lauro con un blitz che ha impiegato 150 uomini delle forze dell'ordine

Marco Di Lauro, catturato uno dei camorristi latitanti più pericolosi (Foto: Lettera43)
  • Dopo la cattura di Marco Di Lauro sono arrivati i messaggi di soddisfazione da parte del premier Conte e di Salvini

    Nel pomeriggio di ieri, le forze dell’Ordine hanno arrestato uno dei più pericolosi latitanti del clan di Secondigliano, Marco Di Lauro, 39 anni, sfuggito alla cattura per ben 14 anni e considerato tra i 4 latitanti più sanguinari. Dopo la cattura, le perquisizioni delle forze dell’ordine hanno dato esito negativo per quanto riguarda la presenza di armi mentre è stata sequestrata una modesta somma di denaro secondo quanto riportato dal sito Ansa.
    Di Lauro dovrà adesso scontare una condanna definitiva a 11 anni e 4 mesi per associazione a delinquere e un’ordinanza di custodia cautelare per traffico di stupefacenti.

    I complimenti del premier Conte e dei ministri Salvini e Bonafede

    L’operazione di cattura di Di Lauro ha coinvolti numerosi uomini di Polizia, carabinieri e Guardia di Fnanza che da anni erano sulle sue tracce con numerosissimi pedinamenti e intercettazioni telefoniche. L’uomo non avrebbe mai commesso un passo falso. Quando Di Lauro è stato catturato si trovata in un appartamento di una palazzina sita nella periferia di Napoli,in via Emilio Scaglione, in un luogo molto vicino all’ex quartiere generale del clan di Secondigliano. Il premier Giuseppe Conte e i ministri Salvini e Bonafede hanno espresso viva Soddisfazione per l’arresto di Di Lauro, considerato uno dei latitanti più pericolosi.

  • Un’operazione che ha impiegati 150 uomini delle forze dell’ordine

    Di Lauro, per sfuggire alla cattura, è riuscito a ‘mimetizzarsi’ conducendo una vita senza eccessi, in totale anonimato, senza auto di lusso anche se una protezione garantita forse anche da personaggi insospettabili gli avrebbe garantito la lunga latitanza. In conferenza stampa, il comandante provinciale dei Carabinieri, Ubaldo del Monaco ha dichiarato che per l’operazione di cattura di Di Lauro sono stati impiegati circa 150 uomini delle forze dell’ordine.

Marco Antonio Tringali

Scrivere e raccontare i fatti, i dilemmi e i cambiamenti della società sono il mio pane quotidiano. Sono esperto di economia ma seguo molto anche i vari temi di attualità e non di meno lo sport. Ho esperienza anche in materia di Salute, appassionato di letture che trattano tematiche come scienza dell'alimentazione e informazione scientifica. Come hobby suono la chitarra e ascolto tanta musica. Il rock è la mia religione, lo ritengo uno dei linguaggi universali dell'umanità.

Condividi: