Italia

Botti di Capodanno, il bilancio del Viminale: 13 feriti gravi

Pubblicato il Pubblicato da Biagio Romano
  • Sono stati 216 le persone rimaste ferite durante la notte di Capodanno a causa dei ‘botti’. 13 feriti gravi in tutta Italia, 41 sono minorenni: “Nessun decesso, ma lieve aumento dei feriti“.

    Botti di Capodanno
    Botti di Capodanno, il bilancio 2019 del Viminale

    Botti di Capodanno, il bilancio 2019 del Viminale

    Come triste consuetudine, la notte di Capodanno lascia in dote una sfilza di feriti, che restano coinvolti in incidenti pirotecnici. Come riportato da Rainews.it, il Viminale ha reso noto il bollettino relativo al Capodanno 2019 riferendo che non è stato registrato: “Nessun decesso, per il sesto anno consecutivo, ma lieve aumento dei feriti dai 212 dell’anno scorso ai 216 di quest’anno (44 dei quali ricoverati)“.

    13 feriti gravi

    Il bilancio di quest’anno parla di 13 feriti gravi, ovvero ricoverati con prognosi superiore ai 40 giorni, in aumento rispetto ai 9 dell’anno scorso. I feriti non gravi, con prognosi uguale o inferiore ai 40 giorni. sono stati in tutto 203, esattamente come nel 2018. Unico dato in decrescita, quello relativo al numero di minori che hanno riportato ferite, 41 nel 2019 contro i 50 dello scorso anno.

  • Nottata nera a Milano

    Diversi casi riscontrati nella provincia di Milano. Il più grave fa riferimento a un ragazzo di 23 anni, ricoverato all’istituto Niguarda dopo che un esplosivo professionale gli aveva causato una serie di ferite a entrambe le mani e sul corpo; il giovane stava provando a riaccendere il dispositivo dopo un primo tentativo fallito. Il 23enne è ancora in prognosi riservata. Un 58enne ha perso quattro dita di una mano in seguito all’esplosione di un petardo; trasportato al pronto soccorso di Bergamo, l’uomo è stato trasferito a Milano, presso l’Ospedale San Giuseppe.

    Donna grave a Benevento

    Resta in prognosi riservata anche la donna di Benevento che, in seguito a un’esplosione, r imasta gravemente ferita al torace; la 36enne è tuttora ricoverata nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Rummo del capoluogo campano. A Torino, un 19enne ha perso una mano in seguito allo scoppio di un petardo; il ragazzo, operato all’ospedale d Susa, è ricoverato con una prognosi superiore ai 40 giorni. Frattura dell’orbita oculare e una contusione polmonare per un 24enne di Cava de’ Tirreni.

    Gli incidenti in numeri

    Il Viminale riferisce che, in tutta Italia, i Vigili del Fuoco hanno dovuto effettuare 658 interventi, contro i 519 del 2018. Record nel Lazio, con 171 segnalazioni, seguono Lombardia (88), Campania (86), Emilia Romagna (76) e Toscana (52). Record di feriti a Napoli, dove sono stati registrati 37 incidenti causati dai botti.

Biagio Romano

L’informazione a tutto tondo è il mio pane quotidiano: ho iniziato a scrivere sul web molto presto, senza sapere che questo sarebbe poi diventato il mio lavoro. Dall’attualità allo sport, dalla politica alla tecnologia: provo a non farmi mancare nulla. Nato a Napoli nel 1993, sempre in movimento: viaggiare è senza dubbio la mia passione più grande.

Condividi: