Italia

Baby gang sgominata: violentavano e picchiavano vicini e compagni di classe

Pubblicato il
  • Baby gang di Vigevano:4  gli arrestati e 6 i denunciati per violenza sessuale, riduzione in schiavitù, violenza aggravata

    baby gang
    baby gang arrestata

    Baby gang sgominata: violentavano e picchiavano vicini e compagni di classe

    Finalmente i Carabinieri di Pavia dopo diverse indagini e accertamenti hanno arrestato 4 bulli 15enni, mentre 6 sono i denunciati per violenza sessuale, riduzione in schiavitù, violenza aggravata. La baby gang prendeva di mira i più deboli, incapaci di potersi difendere, scegliendoli tra vicini di casa o compagni di classe.

    In particolar modo un quindicenne era stato preso di mira dal branco. La vittima è stato oggetto di una vera e propria persecuzione, violenze fisiche e umiliazioni che venivano riprese con i telefoni dai vari ragazzi per poi condividerli con amici al punto di ridicolizzare la vittima distruggendo la sua autostima.

    Le violenze erano esibite come trofei. Secondo le indagini, in un caso i bulli avevano costretto un loro coetaneo a bere alcolici per poi mettergli una catena al collo e l’avevano portato in giro per le strade del paese come un cane. Ma c’era stata anche un’altra occasione. In 5 l’avevano denudato e appeso sopra ad un ponte con la testa in giù e costretto a subire atti sessuali. Il dramma è che tutto era stato ripreso dal telefonino per poi essere diffuso e condiviso tra gli amici.

    Il branco era composto da una decina di ragazzi, quasi tutti di famiglia benestante, tra cui c’era anche un tredicenne, ma non “imputabile”. Cinque di loro erano molto violenti. Sono stati rinchiusi nel carcere minorile Cesare Beccaria di Milano con l’accusa di pornografia minorile, concorso in violenza sessuale, violenza aggravata.

  • Gli inquirenti hanno definito la vittima una persona molto fragile. Inizialmente il povero ragazzo aveva accettato di sopportare le angherie per non essere escluso dal gruppo. Ma di giorno in giorno, queste umiliazioni divenivano sempre più insopportabili.

    I Carabinieri di Vigevano sono riusciti dapprima a convincere alcuni genitori ad esporre denuncia in questura e poi in un secondo tempo sono riusciti ad individuare il gruppo e finalmente a porre fine a queste brutalità, arrestandoli e rinchiudendoli nel carcere minorile di Milano.