Intrattenimento

L’incubo di Sabrina Ferilli: “Uno stalker mi perseguita da 5 anni”

Pubblicato il Pubblicato da Marco Reda

L'attrice Sabrina Ferilli racconta il suo grande segreto

sabrina ferilli stalkerDramma Sabrina Ferilli: "Minacciata da uno stalker per 5 anni" - Foto Il Giornale

Sabrina Ferilli minacciata da uno stalker: ecco cosa è successo

Francesco Facchinetti, Fabio Quagliarella, Flavio Insinna, Michelle Hunziker, Laura Pausini. Ma anche le superstar americane Nicole Kidman e Sharon Stone. Ora a questo elenco prestigioso di personaggi di spettacolo e sport si aggiunge anche Sabrina Ferilli. Non si tratta della conquista di un premio. Si tratta di persone che hanno (o hanno avuto) a che fare con stalker e tizi che li importunano minacciandoli con messaggi indesiderati e atteggiamenti potenzialmente pericolosi. L’ultima a raccontare la propria esperienza, appunto, è stata l’attrice Sabrina Ferilli, donna di spettacolo romana conosciuta in tutta Italia e non solo.

Il racconto della Ferilli

Sabrina Ferilli si confessa ai microfoni del quotidiano “Il Corriere della Sera” e racconta i dettagli di una persecuzione che va avanti da ben cinque anni: “É un signore di 60 anni – ha spiegato – che mi segue ovunque. Ormai lo trovo sotto casa, mi perseguita con lettere e regali ed è riuscito ad avere, non so come, informazioni riservate sulla mia vita privata”. Finché la Ferilli non ha deciso di denunciarlo e, tramite un giudice conosciuto durante le riprese di una fiction, ha compiuto il passo decisivo per provare a chiudere la faccenda. “Questo signore – prosegue la Ferilli – era diventato una presenza costante nelle mie apparizioni in pubblico, dalle presentazioni dei film agli eventi mondani, dalle partecipazioni alle trasmissioni televisive. E poi è diventato sempre più ossessivo”.

La situazione

Lo stalker, secondo quanto riportato da Blitz Quotidiano, dopo la denuncia è stato identificato e l’attrice ha provveduto al riconoscimento facciale. “Inizialmente non avevo dato peso alla vicenda – ha concluso – ma adesso avverto questa presenza come una minaccia perché mi sento continuamente sotto osservazione e ho paura che questa storia possa ulteriormente degenerare”. É la fine di un incubo?

Marco Reda

Giornalista pubblicista dal 2013, esperto specializzato in calcio (di cui non perde una partita) e altri sport con ruoli da inviato, spettacoli tv e attualitá. Musicista semi professionista, batterista e cantante dall'età di 6 anni. Tifoso e appassionato della AS Roma ma anche di serie tv e cinema. E poi c'è quella mania per il fantacalcio...

Condividi: