Esteri

Venezuela, “no” a Maduro: il popolo risponde al Presidente con un referendum

Pubblicato il
  • Il 98% della popolazione, attraverso un referendum, ha detto “no” ai piani costituenti del Presidente Maduro. Tensione in Venezuela

    venezuela referendum maduro
    Il 98% della popolazione, attraverso un referendum, ha detto “no” ai piani costituenti del Presidente Maduro. Tensione in Venezuela (foto: reuters)

    Venezuela, “no” a Maduro: il popolo risponde al Presidente con un referendum

    Si macchia di sangue, in Venezuela, il referendum non ufficiale indetto dall’opposizione per protestare contro il piano del presidente Nicolas Maduro di riscrivere la costituzione: almeno due persone sono state uccise domenica durante le operazioni di voto. Uomini armati hanno attaccato un seggio elettorale allestito nei pressi di una chiesa a Catia, cittadina a nord ovest di Caracas, secondo quanto denunciato dal portavoce dell’opposizione Carlos Ortiz. Altre quattro persone sono state ferite gravemente. I media locali riferiscono che durante l’attacco circa 500 persone hanno trovato riparo all’interno della chiesa, mentre a bordo di motociclette, il gruppo ‘colectivos’, le milizie paramilitari pro governative, sparava indiscriminatamente contro le persone in coda per votare.

  • L’affluenza alle urne per il referendum per dire “no” a Maduro, è stata altissima: più di 7 milioni di venezuelani hanno partecipato alla consultazione di domenica. Le cifre sono state fornite dai rettori di università, in qualità di garanti dell’organizzazione del voto, al termine dello spoglio del 95% delle schede. Il Venezuela “ha inviato un messaggio chiaro all’esecutivo nazionale e al mondo”, ha dichiarato la rettrice dell’Università centrale del Venezuela, Cecilia García Arocha, precisando che 6.492 381 persone hanno votato dentro i confini del Paese e 693.789 all’estero. Questo il report e le dichiarazioni raccolte da Repubblica.it

  • Secondo i risultati resi noti, almeno il 98% degli elettori si è espresso contro la decisione del presidente Maduro di istituire una Assemblea costituente al posto del Parlamento. Il presidente dell’Assemblea nazionale (il Parlamento) del Venezuela, l’oppositore Julio Borges, ha detto che il voto contro il progetto politico del governo rende di fatto ‘revocato’ il presidente, Nicolas Maduro. “Con i voti espressi dal popolo venezuelano Nicolas Maduro è matematicamente revocato oggi stesso: era per questo che temeva il referendum, per questo che il governo non vuole più fare elezioni”. “Ancora aspettiamo la cifra definitiva, che arriverà domani, perché si possa dire che abbiamo la certezza di raggiungere il cambiamento democratico nel Paese”, ha aggiunto Borges.