Esteri

USA, tornado devasta l’Alabama: oltre 20 morti

Pubblicato il Pubblicato da Marco Reda

Un uragano si abbatte sul sud degli Stati Uniti e provoca il panico: tra le vittime anche alcuni bambini

usa tornado alabamaUSA, tornado devasta l'Alabama: oltre 20 morti - Foto WBNS-10TV Columbus
  • Tornado in Alabama: oltre 20 morti | Cosa è successo

    Tragedia in Alabama (USA) dove un tornado ha devastato diverse cittadine dello stato nordamericano: nella giornata di domenica 3 marzo 2019, come riporta TgCom24, un violento uragano si è abbattuto su Beauregard, distante 100 km dalla capitale dell’Alabama, distruggendo case, prefabbricati e tutto ciò che ha incontrato sulla propria strada. Sradicati anche diversi alberi. Questo tornado è frutto di un maltempo, già annunciato da giorni, che si è esteso anche agli altri stati di Georgia, Florida e South Carolina (in cui è stato lanciato l’allarme).

    Il bilancio

    Sono almeno 23 le vittime ufficiali del tornado, rimaste schiacciate all’interno delle loro case dai detriti, tra cui due bambini. Sul posto sono intervenuti circa 150 soccorritori. A confermarlo è stato Jay Jones, sceriffo della contea di Lee (Alabama). Una tragedia con cui, purtroppo, gli statunitensi devono convivere vista l’impotenza dell’uomo di fronte allo strapotere della natura.

  • Incendio in Bangladesh, almeno 78 morti a Dacca

    Almeno 78 persone sono state uccise giovedì scorso in un enorme incendio in Bangladesh che ha devastato i condomini di Dacca. Dozzine di persone sono rimaste intrappolate da questo incendio avvenuto nella notte.  La presenza di sostanze chimiche negli edifici residenziali l’ha reso particolarmente violenta e ha permesso che si diffondesse rapidamente. L’ultimo conteggio di vigili del fuoco e medici riporta 78 morti e almeno 55 feriti, di cui 10 in condizioni critiche. Il bilancio potrebbe essere anche peggiore: “Il numero delle vittime potrebbe essere più alto, la ricerca continua“, ha dichiarato Ali Ahmed, il capo del servizio nazionale dei vigili del fuoco.

    L’incendio è stato violento a causa delle sostanze chimiche

    L’incendio è scoppiato intorno alle 22:40 nel distretto di Chawkbazar, una delle parti più antiche della capitale Dacca e composto da vicoli congestionati. Secondo Ali Ahmed, l’incendio è partito da una bombola di gas e poi si è diffuso rapidamente nell’edificio, dove le sostanze destinate alla produzione di prodotti per la casa come i deodoranti sono state conservate negli appartamenti. Altre sostanze chimiche sono state trovate anche nelle strutture adiacenti, che a loro volta hanno acceso e hanno rapidamente generato un muro incandescente, secondo i testimoni. “Ho sentito una grande esplosione, mi sono girato e ho visto l’intera strada, piena di macchine e risciò, fiamme ovunque“, ha detto un uomo d’affari locale, Haji Abdul Kader, il cui negozio fu distrutto quando partì per una corsa in farmacia e fu ferito.

Marco Reda

Giornalista pubblicista dal 2013, esperto specializzato in calcio (di cui non perde una partita) e altri sport con ruoli da inviato, spettacoli tv e attualitá. Musicista semi professionista, batterista e cantante dall'età di 6 anni. Tifoso e appassionato della AS Roma ma anche di serie tv e cinema. E poi c'è quella mania per il fantacalcio...

Condividi: