Esteri

Turchia contro Olanda: è guerra aperta?

Pubblicato il
  •  

    L’Olanda nega il comizio al ministro turco. Scritte diverse lettere di protesta

    turchia e olanda
    Turchia contro l’Olanda

    Turchia contro Olanda: è guerra aperta?

    Si fa sempre più teso il clima tra Turchia e Olanda. La Turchia in queste ultime ore ha inviato delle lettere di protesta al ministro olandese Daan Feddo Huisinga (l’ambasciatore è in vacanza)  per contestare il trattamento riservato a due dei suoi ministri, a cui è stato vietato di svolgere a Rotterdam dei comizi. Decisione, che era stata già presa, per motivi di sicurezza anche da parte dell’Austria e della Germania.

    Ieri il premier danese Lars Lokke Rassmussen aveva chiesto al suo collega turco Binali Yildrim di posticipare la visita a Copenaghen per via degli “attacchi” da parte della Turchia contro l’Olanda. 

    Inoltre la polizia olandese ha fermato ieri anche la ministra della Famiglia della Turchia Fatma Betul Sayan Kaya, che dopo il caso Cavusoglu aveva deciso di viaggiare per via terra dalla Germania in Olanda. Ma è stata fermata dalla polizia e poi scortata verso il confine con la Germania in un modo che, secondo la ministra, calpesta tutti i valori umani.

    La tv pubblica olandese ha mandato in onda un video di appena 42 secondi in cui si intravede che la ministra turca al momento del suo fermo a Rotterdam, una persona si presenta a nome del capo del consiglio  scortato da 10 poliziotti circa, che le chiede nome, indirizzo e data di nascita in modo da identificarla.

  • Poco dopo la ministra ha scritto un post su Twitter dichiarando: “L’Olanda sta violando tutte le leggi internazionali, convenzioni e i diritti umani rifiutandomi l’ingresso del Consolato turco a Rotterdam”.

    Ora la tensione è molto alta tra Turchia e Paesi Bassi. Dopo la decisione del governo olandese di accompagnare la ministra al confine impedendole di entrare al consolato, e d’altro canto di vietare l’atterraggio del volo del titolare degli Esteri turco Cavusoglu, hanno provocato una reazione alquanto dura da parte del presidente turco, che ha dichiarato vergognoso tale comportamento e che l’Olanda la pagherà molto cara.

    “Nazisti e fascisti” sono le accuse rivolte nuovamente da Erdogan, presidente turco, contro i Paesi Bassi.