Esteri

Sparatoria California, uomo uccide tre persone in nome di Allah

Pubblicato il
  • Odio razziale alla base della sparatoria avvenuta in California. Uomo di colore uccide tre persone bianche al grido di “Allah Akbar”

    sparatoria california
    Odio razziale alla base della sparatoria avvenuta in California. Uomo di colore uccide tre persone bianche al grido di “Allah Akbar” – foto: leggo

    Sparatoria California, uomo uccide tre persone in nome di Allah

    E’ uscito di casa armato Kori Alì Muhammad: aveva già in mente di portare a termine il suo piano omicida. Il 39enne afroamericano ha così sparato ed ucciso tre persone al grido di “Allah Akbar”. Terrorismo? No, gli agenti della California del Sud hanno escluso categoricamente questa pista dalle indagini. “Black Jesus”, questo lo pseudonimo del killer aveva solo un profondissimo odio razziale nei confronti delle persone bianche e per questo ha pensato di eliminarne qualcuna. Anche sui suoi profili social, nei giorni scorsi, c’erano messaggi contro il governo e contro i bianchi, sue vittime in questo folle agguato. “Le vittime della sparatoria sono state scelte a caso”, ha affermato la polizia, sottolineando come in passato il killer sia stato coinvolto in guerre tra gang. Da escludere, come già detto, gesto di un terrorista, anche se si sta scandagliando la sua vita privata per vedere se lo squilibrato aveva contatti con esponenti del sedicente stato islamico.

  • Nessuna matrice terroristica, quindi, nella sparatoria avvenuta in California del Sud. Un 39enne afroamericano, detto “Black Jesus” ha sparato ed ucciso tre persone di colore bianco. L’odio razziale, quindi, all’origine del folle gesto omicida. Infatti, Kori Alì Muhammad, anche se quando è stato fermato dalla polizia ha urlato “Allah Akbar”, non ha alcun legame con l’Isis o ambienti islamici sovversivi. Intanto, l’episodio – ha spiegato ancora il capo della polizia locale della cittadina di Fresno – ha una motivazione unicamente razziale. Le tre vittime erano tutte di razza bianca e sul profilo Facebook del killer molti i post in cui si esprime odio verso i bianchi.