Esteri

Scontri in Irlanda, arrestata la presunta omicida della giornalista Lyra McKee

Pubblicato il Pubblicato da Marco Antonio Tringali

Scontri in Irlanda, la polizia ha fermato una donna sospettata anche di attività terroristiche

Scontri Irlanda, arrestata la presunta omicida della giornalista (Foto: Quotidiano.net)
  • E’ stata identificata e arrestata la donna che ha freddato la brillante giornalista, Lyra McKee, durante gli scontri nell’Irlanda del Nord

    Le indagini sull’uccisione della giornalista durante gli scontri avvenuti nell’Irlanda del Nord sembrano essere arrivate ad un punto di svolta. E’ stata infatti arrestata dalla polizia locale una donna di 57 anni nell’ambito delle indagini sull’omicidio di Lyra McKee, la cronista freddata durate gli scontri di giovedì notte a Derry. E’ stata la stessa polizia a dare conferma dell’avvenuto arresto sul profilo ufficiale Twitter. La donna fermata è anche sospettata di attività terroristiche.

    Il gruppo militare New Ira non ha negato la paternità dell’assassinio della giornalista Lyra McKee avvenuto giovedì notte ma al contempo ha presentato le proprie “scuse sincere” ai familiari e a tutte le persone che amavano e stimavano la 29enne reporter come riporta il quotidiano The Irish News. L’organizzazione paramilitare ha giustificato l’assassinio della giornalista che sarebbe avvenuto nel corso di un attacco al nemico, intendendo per ‘nemico’ la polizia.

    La giornalista sarebbe stata uccisa per errore

    Nel momento in cui la giornalista è stata uccisa si trovava in un luogo dove stazionava un veicolo della polizia nordirlandese. Chi ha ucciso la donna in realtà aveva mirato nella direzione degli agenti. Inizialmente erano state arrestate due persone di 18 e 19 anni sospettati dell’omicidio, ma dopo l’interrogatorio sono stati rilasciati e le indagini si sono spostate altrove.

  • Chi era Lyra McKee

    Lyra McKee era una brillante reporter freelance, che da tempo si occupava delle lotte indipendentiste e delle fronde separatiste nell’Irlanda del Nord. Nata a Belfast, è stata nominata da Forbes tra i 30 migliori giornalisti europei under 30. Proprio lo scorso anno pubblicò un libro, “Angels with Blu Faces” in cui ha approfondito il caso irrisolgo legato all’assassinio del reverendo Robert Bradford, deputato di Belfast sud.

Marco Antonio Tringali

Scrivere e raccontare i fatti, i dilemmi e i cambiamenti della società sono il mio pane quotidiano. Sono esperto di economia ma seguo molto anche i vari temi di attualità e non di meno lo sport. Ho esperienza anche in materia di Salute, appassionato di letture che trattano tematiche come scienza dell'alimentazione e informazione scientifica. Come hobby suono la chitarra e ascolto tanta musica. Il rock è la mia religione, lo ritengo uno dei linguaggi universali dell'umanità.

Condividi: