Esteri

Prova a partorire in casa guardando un video tutorial, ma l’esito è tragico

Pubblicato il Pubblicato da Biagio Romano

Incredibile fatto accaduto in India, dove una donna ha provato a partorire guardando un video online

Partorisce seguendo i consigli di un video tutorial, ma perde la vita (Foto: Bambino si Nasce)
  • Pensava di poter partire guardando online un video tutorial, ma la situazione è precipitata

    Ha avuto un’inevitabile esito tragico la vicenda della donna indiana di 26 anni, che ha perso la vita insieme al nascituro dopo aver deciso in modo scellerato di partorire da sola a casa per evitare che i genitori sapessero della gravidanza. Una vicenda dove sottocultura e ignoranza si mescolano in una piccola cittadina dello stato di Uttar Pradesh dove ancora il parto al di fuori del matrimonio viene etichettato come una vergogna da sopprimere e censurare socialmente.

    La povera ragazza è stata trovata priva di vita in una pozza di sangue, così come il neonato che aveva appena partorito all’interno di una piccola stanzetta che la 26enne aveva affittato a Gorakhpur. La scena apparsa ai soccorritori della donna che hanno fatto irruzione nella stanza è stata agghiacciante. A scoprire la tragedia sono stati gli inquilini della palazzina accortisi dell’uscita di sangue da sotto la porta. Immediato l’intervento dei soccorsi, ma per la giovane donna e per il bambino, non c’è stato nulla da fare.

    Accanto alla salma è stato trovata una serie di attrezzi, come una forbice, una lama e un filo che la donna avrebbe cercato di usare per suturare le ferite. Stando a quanto trapela dalle indagini della polizia locale, la donna avrebbe cercato in rete dei video tutorial per capire come partorire da sola in casa.

  • La forte emorragia, la causa del decesso

    L’identità della vittima non è ancora stata rivelata dalle autorità competenti, ma è certo che si trattasse di una studentessa single che sarebbe rimasta incinta dopo un rapporto occasionale. Sarebbe stata l’emorragia abbondante la causa del decesso della donna, vittima di una società dove lo stigma sociale delle madri non sposate rimane ancora, incredibilmente, penalizzante.

Biagio Romano

Da ormai 10 anni scrivo sul web: quella che era solo una passione si è trasformato nel mio lavoro. Mi affascinano le varie dinamiche del mondo dell’informazione. Provo a seguire con interesse numerosi temi, anche se la tv è il mio pane quotidiano (tra reality e talent show, programmi vari e gossip). Esperto di tecnologia, mi appassionano particolarmente anche scienza e natura.

Condividi: