Esteri

Presidenziali Francia, alta tensione: scontri al comizio di Marine Le Pen

Pubblicato il
  • A meno di una settimana dal voto, sale la tensione in Francia in vista delle elezioni Presidenziali. Aggredito deputato di Marine Le Pen

    francia presidenziali marine le pen
    A meno di una settimana dal voto, sale la tensione in Francia in vista delle elezioni Presidenziali. Aggredito deputato di Marine Le Pen – foto:ilfattoquotidiano

    Presidenziali Francia, alta tensione: scontri al comizio di Marine Le Pen

    La sfida per l’Eliseo ormai è lanciata. In Francia, manca poco meno di una settimana alle elezioni Presidenziali. E sale sempre di più la tensione. Ieri sera, ad un comizio della leader del Front National, Marine Le Pen, è stato aggredito un suo fedelissimo deputato. Invece, fuori dal teatro che ospitata l’evento, scene di ordinaria follia con scontri tra militanti di sinistra e forze dell’ordine, che hanno risposto con lacrimogeni al lancio di sassi e molotov. Insomma, ambiente molto molto caldo per quella che sarà una tornata elettorale sicuramente fondamentale per il Paese transalpino nel mirino del terrorismo e con un livello di sicurezza nazionale ormai giunto ai minimi storici.

  • Ieri, a poco meno di una settimana dal voto per le Presidenziali in Francia, Marine Le Pen, candidata all’Eliseo del Front National, durante un comizio si è rivolta alla folla con tutta la grinta che la contraddistingue: “È giunta l’ora della scelta, una scelta storica, una scelta di civiltà. Questa elezione è un referendum: pro o contro la globalizzazione selvaggia, pro o contro la Francia. Domenica la Francia rinasce o affonda”. E sull’immigrazione: “Qui siamo in Francia: nessuno può imporci leggi, usi, costumi, che non sono i nostri. Qui le donne si rispettano, non si insultano per strada, non si nascondono dietro a un velo perché ritenute impure. L’immigrazione? Non è una chance ma un dramma”.