Esteri

Sri Lanka, attentato a Pasqua, chiese e hotel: 7 arresti, 207 morti

Pubblicato il Pubblicato da Marco Reda

Sei bombe esplodono in chiese e hotel dello Sri Lanka: il bilancio in aggiornamento della strage

sri lanka pasqua attentatoPasqua di sangue, chiese e hotel bombardati in Sri Lanka: 30 morti e 300 feriti - Foto La Stampa
  • Sri Lanka, sette arresti

    Il bilancio delle vittime della strage avvenuta in Sri Lanka nel giorno di Pasqua, sale a 207, tra cui, pare ci siano 35 stranieri. La Farnesina sta cercando di avere notizie su eventuali vittime o feriti italiani. In corso anche la conta dei feriti, stimati intorno ai 600. Al momento, sono state arrestate 7 persone che sarebbero coinvolte nelle esplosioni.

    Sri Lanka, esplodono bombe in chiese e hotel: morti e feriti | La situazione

    Pasqua drammatica nello Sri Lanka, paese a sud dell’India: nelle prime ore del mattino di oggi, domenica 21 aprile 2019, si sono verificate ben sette esplosioni in contemporanea tra la città di Colombo (la capitale della nazione) e altre località. Ad essere bersagliati sono stati tre hotel di lusso e tre chiese della nazione. Il bilancio provvisorio è tremendo: come riportato da Il Corriere della Sera si parla già di 150 morti (tra cui anche turisti europei e americani in visita allo Sri Lanka) e oltre 500 feriti.

    I luoghi colpiti e le cause

    Boati inaspettati intorno alle ore 9 locali (le 4 italiane), durante le celebrazioni pasquali, poi le urla di disperazione della gente e il caos totale: questo è quanto accaduto nello Sri Lanka proprio il giorno di Pasqua. Delle sette esplosioni quattro sono avvenute nella capitale Colombo, una a Batticaloa, una a Negombo (due città di fede cattolica) e una a Dehiwela. Ad esplodere a Colombo sono stati la chiesa di Sant’Antonio e le strutture Cinnamon Hotel, Shangri-La Hotel e Kingsbury Hotel. L’agenzia di stampa France Presse parla di 180 morti e circa 500 feriti, con numeri in aumento (per il momento nessun italiano coinvolto). Una vera carneficina in quello che avrebbe dovuto essere un giorno di festa. Le forze dell’ordine locali sono al lavoro per ricostruire la vicenda, ma ciò che già si sa è che in almeno due casi a causare le esplosioni sono stati attentatori suicidi. Avanza dunque l’ipotesi di gesto terroristico a stampo religioso.

  • L’appello del ministro

    Per favore restate in casa – ha comunicato Harsha De Silva, ministro dello Sri Lanka per le Riforme Economiche, con un post su Twitter – Ci sono molte vittime, inclusi stranieri. Scene orribili, ho visto arti amputati sparsi dappertutto, le squadre di emergenza sono state inviate in tutti i luoghi. Abbiamo portato molte vittime in ospedale, speriamo di aver salvato molte vite.

Marco Reda

Giornalista pubblicista dal 2013, esperto specializzato in calcio (di cui non perde una partita) e altri sport con ruoli da inviato, spettacoli tv e attualitá. Musicista semi professionista, batterista e cantante dall'età di 6 anni. Tifoso e appassionato della AS Roma ma anche di serie tv e cinema. E poi c'è quella mania per il fantacalcio...

Condividi: