Esteri

Migranti, la Spagna vieta alla nave Open Arms di salpare per i soccorsi

Pubblicato il Pubblicato da Biagio Romano
  • La Ong ancora bloccata nel porto di Barcellona. Referenti di Open Arms: “Italia e Malta violano le convenzioni internazionali

    Migranti, Open Arms
    Spagna, Governo blocca nel porto di Barcellona nave Ong

    Spagna, Governo blocca nel porto di Barcellona nave Ong

    La nave della Ong Proactivia Open Arms è al momento bloccata nel porto di Barcellona. Secondo quanto riportato da Ilpost.it, la direzione generale della Marina mercantile spagnola, che risponde direttamente al Ministero dei Trasporti e della Infrastrutture iberico, starebbe impedendo all’imbarcazione di abbandonare la costa spagnola per raggiungere la Libia e prestare soccorso nelle acque internazionali situate di fronte al litorale nordafricano.

    Le rivelazioni della Ong su Twitter

    Come riporta IlGiornale.it è stata la stessa organizzazione umanitaria, tramite il proprio account Twitter, a raccontare quanto sta accadendo in queste ore nello stato iberico: “Bloccati di nuovo. La Capitaneria di Porto di Barcellona nega il permesso a OpenArms per raggiungere Mediterraneo centrale“.

    La nave era attraccata fine anno

    Open Arms aveva attraccato nel porto di Barcellona lo scorso 28 dicembre, dopo aver prestato soccorso a 311 migranti nelle acque internazionali prossime alla Libia; al termine di un duro viaggio, durante il quale la nave aveva incassato il rifiuto all’accoglienza da parte sia dell’Italia e sia di Malta, Open Arms aveva trovato ospitalità in Spagna, che si era fatto carico dei migranti. Ora, il colpo di scena

  • Negate le autorizzazioni dal Governo spagnolo

    Sempre IlGiornale.it riferisce che il Governo spagnolo stia negando le autorizzazioni necessarie per la partenza, che era prevista già lo scorso 8 gennaio 2019, poiché la Ong avrebbe violato le leggi relative al salvataggio dei migranti in mare da parte dei governi italiano e maltese. L’ente, tramite un portavoce, si è difesa e ha attaccato anch’essa Italia e Malta che, secondo l’organizzazione: “dichiarando i loro porti chiusi, violano le convenzioni internazionali che regolano il soccorso in mare e non assicurano all’Ong le necessarie condizioni di sicurezza“.

    La giustificazione del Governo spagnolo

    Cosa centra, dunque, l’atteggiamento di Italia e Malta in relazione al salvataggio dei migranti con il blocco della nave Open Arms? La spiegazione sta nel fatto che, le violazioni dei due stati, che impedirebbero il rispetto del principio dei porti sicuri, costringerebbero navi come quella della Ong a percorrere centinaia di km in più, mettendo a rischio la sicurezza dei passeggeri. Da qui, la decisione della Spagna di tenere nel proprio porto la natante. Il divieto di salpare, dunque, resterà attivo “finché non verrà garantito un accordo di sbarco dei naufraghi con le autorità delle zone Sar competenti“, rivela il comunicato della organizzazione.

Biagio Romano

Da ormai 10 anni scrivo sul web: quella che era solo una passione si è trasformato nel mio lavoro. Mi affascinano le varie dinamiche del mondo dell’informazione. Provo a seguire con interesse numerosi temi, anche se la tv è il mio pane quotidiano (tra reality e talent show, programmi vari e gossip). Esperto di tecnologia, mi appassionano particolarmente anche scienza e natura.

Condividi: