Esteri

Libia, 100 migranti salvati da un mercantile: polemica con Italia e Malta

Pubblicato il Pubblicato da Biagio Romano
migranti libiaLibia, 100 migranti salvati da un mercantile: polemica con Italia e Malta - Foto Lettera 43
  • Tragedia sventata sul Mar Mediterraneo: una nave mercantile salva 100 migranti e li riporta in Libia. Il comunicato del governo italiano

    Libia, 100 migranti salvati: ecco cosa è successo

    Tragedia in mare sventata, questa volta: i 100 migranti africani da ore in balia del mare e del freddo sono stati soccorsi e stanno per tornare a Misurata, in Libia, da dove sono partiti per raggiungere le coste di Italia o Malta. A salvare i passeggeri del barcone è stato un cargo mercantile dirottato dalla guardia costiera per riportare a casa i naufraghi. Ma, come sempre, è polemica sul mancato aiuto da parte di Malta, Italia e anche della stessa Libia.

    Migranti Libia, come è andata

    Domenica 20 gennaio 2019 un barcone con 100 migranti, tra cui come riporta Il Messaggero anche 20 donne e 12 bambini, è partito da Misurata in direzione Italia o Malta. Dopo ore di viaggio, l’imbarcazione ha avuto un’avara al motore e, come ormai sta accadendo molto spesso, i migranti non hanno avuto istruzioni su quale direzione prendere e dove attraccare. Da lì la nascita di un nuovo incubo. Già in tarda mattinata Alarm Phone, il sistema di allerta telefonica per segnalare problemi in mare, aveva informato La Valletta, Roma e soprattutto Tripoli della situazione, senza però ricevere assistenza concreta e, in alcuni casi, vedendo ignorate le richieste di aiuto (in particolare Tripoli, che ha però smentito affermando che si era molto impegnati in atre richieste di soccorso in mare). A sbloccare la situazione, in piena notte, è stata la decisione della guardia costiera libica di dirottare una nave mercantile partita dalla Sierra Leone, soccorrere i migranti e riportarli a Misurata. Episodio che, fortunatamente, non ha avuto un tragico epilogo come quello di pochi giorni fa nel Mar Mediterraneo, quando 117 migranti morirono in acqua.

  • Il comunicato del Governo Italiano

    Dopo vari giorni di mare agitato – recitava il comunicato ufficiale del Governo italiano durante le operazioni di soccorso, riportato da Il Giornale – i trafficanti di esseri umani hanno approfittato di questo weekend di mare calmo per agire nuovamente. Attualmente è ancora in mare un gommone con un centinaio di persone in acque territoriali libiche, a circa 60 miglia dalla terraferma. Siamo in continuo contatto con la Guardia costiera libica perché effettui questo ulteriore intervento e metta in sicurezza i migranti che sono a bordo”. Testimonianza che l’Italia non ha mai ignorato le richieste di aiuto dell’imbarcazione, mettendosi in contatto immediatamente con le autorità competenti libiche.

Biagio Romano

Da ormai 10 anni scrivo sul web: quella che era solo una passione si è trasformato nel mio lavoro. Mi affascinano le varie dinamiche del mondo dell’informazione. Provo a seguire con interesse numerosi temi, anche se la tv è il mio pane quotidiano (tra reality e talent show, programmi vari e gossip). Esperto di tecnologia, mi appassionano particolarmente anche scienza e natura.

Condividi: