Esteri

Gilet Gialli, morto dimostrante in un incidente: è la decima vittima

Pubblicato il Pubblicato da Biagio Romano
  • Occupato a sorpresa il Montmartre, bloccato il Traforo del Monte Bianco. Presenti “individui piuttosto radicalizzati. Sesto sabato di manifestazioni per i gilet gialli

    Gilet Gialli
    Gilet Gialli: investito manifestante, il bilancio sale a 10 morti. Immagine Afp

    Gilet Gialli: investito manifestante, il bilancio sale a 10 morti

    I Gilet Gialli continuano a creare scompiglio per tutta la Francia e oggi, 22 dicembre 2018, si tratta del sesto sabato consecutivo di manifestazioni, proteste e disagi per tutta la Francia. Un uomo, a bordo di un tir, durante la mattinata ha tamponato un camion nei pressi di un blocco stradale all’ingresso dell’autostrada: si tratta della decima vittima dall’inizio delle rimostranze.

    La dinamica dello scontro

    A spiegare le tragiche dinamiche che hanno portato al fatale incidente è stato direttamente Jean-Jacques Fagni, procuratore di Perpignan che, come riportato da TgCom24, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Il conducente del tir è rimasto sul posto aspettando l’arrivo della polizia, contrariamente alle persone che bloccavano la strada e che sono fuggite. Sono rimaste sul posto solo due o tre donne in gilet giallo, sotto shock, che hanno atteso la polizia“. Resta da accertare a chi siano imputabili le colpe dell’incidente.

    Bloccato il Monte Bianco

    Nel frattempo, i manifestanti in gilet giallo si sono spostati, nel corso della metà mattinata di oggi, lungo il traforo del Monte Bianco, Viatico autostradale tra l’Italia e la Francia, bloccando il traffico. Come riportato da Lastampa.it, i dimostranti hanno occupato la zona paralizzando la viabilità urbana già in territorio italiano. La protesta dovrebbe continuare anche nel pomeriggio, mentre il traffico autostradale ha già riscontrato un forte rallentamento in entrambe le direzioni.

  • Manifestanti a Montmartre

    Repubblica.it racconta invece di una significativa occupazione da parte dei manifestanti nel quartiere Montmartre. In centinaia hanno risposto all’appello di Eric Drouet, uno dei leader della rivolta. Le fonti comunicano che i commercianti, terrorizzati dalle violente dimostrazioni delle scorse settimana, abbiano immediatamente serrato le porte e chiuso le attività. La protesta al momento scorre senza particolari problemi, non ci sono stati fermi da parte delle forze dell’ordine e un corteo pacifico si sta dirigendo verso Saint-Lazare, non lontano dall’Eliseo.

    Chiusa anche reggia di Versailles

    Ilmessagero.it riferisce invece di fonti francesi che avrebbero comunicato il rischio che, tra i manifestanti di Montmartre posano esserci “individui piuttosto radicalizzati”. Nel frattempo, è stata predisposta in via precauzionale anche la chiusura della Reggia di Versailles. Era stato lo stesso Drouet a dare appuntamento presso la reggia, ma al momento non ci sono dimostranti in zona e le strade de quartiere restano al momento utilizzabili. Polizia in allerta a Parigi, ma anche a Lione, Tolosa, Orleans e in tutta la regione della Bretagna.

Biagio Romano

L’informazione a tutto tondo è il mio pane quotidiano: ho iniziato a scrivere sul web molto presto, senza sapere che questo sarebbe poi diventato il mio lavoro. Dall’attualità allo sport, dalla politica alla tecnologia: provo a non farmi mancare nulla. Nato a Napoli nel 1993, sempre in movimento: viaggiare è senza dubbio la mia passione più grande.

Condividi: