Esteri

Domenica delle Palme di sangue: doppio attentato in Egitto

Pubblicato il
  • Chiese copte colpite al cuore nella Domenica delle Palme: kamikaze in azione in Egitto, doppio attentato rivendicato dall’Isis

    attentato egitto domenica delle palme isis
    Chiese copte colpite al cuore nella Domenica delle Palme: kamikaze in azione in Egitto, doppio attentato rivendicato dall’Isis – foto:quotidiano.net

    Domenica delle Palme di sangue: doppio attentato in Egitto

    Domenica delle Palme di sangue e terrore per i fedeli d’Egitto. Un doppio attentato, rivendicato poi dall’Isis, ha colpito il cuore del Paese. Un primo boato si è avvertito durante la celebrazione nella Chiesa di San Giorgio a Tanta, a nord del Cairo. Poi, una seconda esplosione omicida ha sconvolto la cattedrale di San Marco ad Alessandria. Il bilancio è drammatico: 47 vittime accertate e moltissimi feriti, alcuni di questi in condizioni disperate. Almeno 29 sono stati i morti ed oltre 70 i feriti nell’attentato alla Chiesa di San Giorgio a Tanta. Il tutto è accaduto durante la celebrazione e la benedizione rituale per la Domenica delle Palme. Poco dopo, l’inferno si è trasferito nella Cattedrale di San Marco ad Alessandria d’Egitto. In questo caso, i morti sono 18 e circa una trentina i feriti. Paese africano, quindi, nuovamente sotto assedio. Il Presidente Al Sisi ha dichiarato lo stato d’emergenza per tre mesi.

  • Questi atti “non danneggeranno l’unità di questo popolo e la sua coesione. Gli egiziani sono uniti di fronte a questo terrorismo dell’Isis fino a quando sarà sradicato”, ha detto il papa copto Tawadros II al premier Sherif Ismail che lo ha chiamato per presentargli le sue condoglianze. Intanto, dopo il doppio attentato della Domenica delle Palme, sale l’allerta perchè tra venti giorni esatti ci sarà la visita di Papa Francesco proprio in Egitto. Esattamente il 28 ed il 29 Aprile, Bergoglio celebrerà messa in quei luoghi e ieri da Piazza San Pietro ha fatto giungere il suo pensiero di conforto e vicinanza al popolo ferito, alle famiglie dei defunti ed a tutti i fedeli della Chiesa copta: “Prego per le vittime dell’attentato al Cairo. Al mio caro fratello, Papa Tawadros II, alla Chiesa copta e a tutta la cara nazione egiziana esprimo il mio profondo cordoglio, prego per i defunti e i feriti e sono vicino ai familiari e all’intera comunità”, ha detto il Pontefice.