Esteri

Bambino nel pozzo a Malaga, i soccorritori sono ormai a pochi metri

Pubblicato il Pubblicato da Valerio Fioretti

Bimbo nel pozzo: soccorritori a pochi metri da Julen

  • Pochi metri e poi i soccorritori raggiungeranno Julen

    I soccorritori si trovano a pochi metri dal bambino caduto nel pozzo picino Malaga, Julen. Si continua a scavare a Totalan, le speranze si sperare ancora vivo il bimbo però si affievoliscono ogni giorno che passa. Il tribunale di Malaga ha aperto un’inchiesta sull’incidente. Come riporta il Messaggero il pozzo sarebbe stato scavato senza le dovute autorizzazioni, che non risultano agli uffici competenti.

    Spagna con il fiato sospeso

    Francisco Delgado Bonilla, presidente del consorzio provinciale vigili del fuoco ha dichiarato: ‘Sentiamo la pressione addosso, ma ci sono i migliori specialisti nel nostro Paese per svolgere un compito difficile, complicato, ma sempre garantendo la sicurezza di tutti’

    Risolto il problema tecnico che ostacolava le operazioni di recupero

    E’ stato risolto il problema tecnico che ieri ha ritardato le operazioni di recupero del piccolo Julen. Sono ricominciati quindi i lavori di rinforzo del tunnel parallelo al pozzo con tubi di acciaio per evitare frane e agevolare le operazioni di recupero. Sono stati rimossi e sostituiti tutti i tubi che erano già stati installati. La squadra dei soccorritori impegnata nel recupero del piccolo Julen, il bimbo di due anni caduto in un pozzo nei dintorni di Malaga, è riuscita a completare il tunnel parallelo a quello in cui si ritiene si trovi il piccolo da ormai 10 giorni. Lo riporta l’edizione online del quotidiano spagnolo El Pais. A questo punto secondo il quotidiano è questione di poche ore: tempo di scavare a mano un breve tunnel di collegamento con il cunicolo, poi si potrà procedere con il recupero del bambino.

    (Fonte: Messaggero e Rainews)

  • Ultimo tunnel realizzato a mano

    Un gruppo di minatori della Brigada de Salvamento Minero di Hunosa nelle prossime ore dovrebbe scendere nel tunnel che si è scavato parallelamente al pozzo e poi realizzare a mano un altro tunnel per raggiungere il fondo del pozzo e raggiungere il bimbo.

    Le risposte alle critiche

    Il delegato del Governo in Andalucía, Alfonso Rodríguez Gómez de Celis, rispondendo alle critiche ha sottolineato che in questi giorni sono state smosse 40mila tonnellate di terreno e materiali. Si tratta di un lavoro che in tempi normali avrebbe richiesto mesi invece di giorni.

Valerio Fioretti

Sono un meteorologo e scrivo da qualche anno notizie sul web. Salute e attualità sono argomenti di cui sono esperto. Competente nel campo dello sport e del calcio, è molto difficile che possa perdermi una partita! Amo praticare sport, viaggiare, andare a correre ed ascoltare della buona musica..

Condividi: